​IL TRATTAMENTO MICRONATURALE DELLA CIDIA DEL SUSINO (CYDIA FUNEBRANA)

Questo lepidottero, originario del Centro-Europa, attacca i frutti di susino domestico e selvatico e, occasionalmente, anche quelli di altre drupacee come albicocco, ciliegio acido e dolce e pesco.

Gli adulti sono farfalline brune con un’apertura alare di 13-15 millimetri, assai simili dal punto di vista della morfologia a Cydia molesta. Nei nostri ambienti C. funebrana compie tre generazioni annuali, da aprile a settembre, e sverna come larva matura in un bozzolo di seta nei ripari della corteccia o nel terreno. I voli degli adulti e gli accoppiamenti avvengono nelle prime ore del mattino e, ogni femmina, depone alcune decine di uova, generalmente isolate, sull’epidermide dei frutti. In funzione della temperatura l’incubazione dura da qualche giorno a oltre due settimane.
RICETTA PER IL CONTROLLO DELLA CYDIA
In 5 litri di acqua calda
– 200 g di tanaceto

– 200 g di assenzio

– 100 g di ortica

– 100 g di pino

– 100 g di felce
Tritare il tutto
Porre in acqua calda per 3 giorni a 30°C e filtrare
Per 5 litri di prodotto (diluibili in 50 parti di acqua)
– 400 ml del mix

– 100 ml EM o Symbac®

– 250g di zeolite a chabasite

– 50 ml olio di neem
Spruzzare una volta a settimana
#cydia #funebrana #controllo #agricoltura #micronaturale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...