La cura della Tillandsia

In natura piante epifite come la Tillandsia crescono abbarbicandosi ad alberi, rocce e sostegni. Il loro opaco fogliame grigio-verde-azzurro non ha foglie e steli definibili in quanto tali, ed è rivestito di minuscoli pori che assorbono umidità e nutrienti dall’aria.
Le diverse specie di Tillandsia a rosetta o filamentose si possono disporre in vari modi, ma soprattutto come piante pensili.

Vanno poste in ambienti ventilati e luminosi, ma non ai raggi diretti del sole. Temperatura minima di 12°C e livelli di umidità abbastanza elevati.

Irrigazione immergendole in acqua tiepida (meglio se piovana) 2-3 volte a settimana.
Fertilizzante per orchidee aggiunto all’acqua mensilmente (pianta immersa per alcune ore). Lasciare asciugare successivamente la rosetta a testa in giù, eliminare foglie e fiori appassiti.

#tillandsia #coltivazione #cura #irrigazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...