Micronaturale: ATTIVITÀ DEI FITOPATOGENI E DEI SAPROFITI NEL GHIACCIO

Alcune specie fitopatogene e saprofite che vivono nel filloplano hanno la capacità di catalizzare la formazione di cristalli di ghiaccio, fungendo da nuclei di condensazione, a temperature di poco inferiori agli 0°C, generalmente -2, -3°C.
Normalmente la funzione di agire come nucleo di condensazione è svolta da agenti non organici come il pulviscolo atmosferico, con attività intorno ai -10°C. Tale capacità può essere considerata un fattore di virulenza per le specie che la possiedono.

Queste sono: P. Fluorescens, molte pathovar di P. syringae, P. viridiflava, E.herbicola, E.ananas, X. translucens.

La formazione di ghiaccio sulle foglie o rami provoca oltre ai noti danni delle microferite che consentono ai batteri di penetrare nella pianta e proseguire ulteriormente nella colonizzazione dei tessuti. Tale modalità di azione può essere annoverata come l’unico esempio di penetrazione attiva nella pianta da parte dei batteri.

#micronaturale #penetrazione #batteri #colonizzazione #ghiaccio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...