MICRONATURALE: humus di lombrico solido e liquido per la biostimolazione delle piante, controllo di patogeni tellurici e incremento dell’assorbimento del fosforo

Il compost di lombrico ha un grosso potenziale soprattutto utilizzato per la formulazione di substrati in vaso (Buchanan et al, 1988). Tomar et al. (1998) hanno fatto crescere piante di carota (Daucus carota L.) in vasi contenenti terra di campo o miscelati con vermicompost, ottenento maggiori produzioni nei substrati in cui il vermicompost era presente. … Continua a leggere MICRONATURALE: humus di lombrico solido e liquido per la biostimolazione delle piante, controllo di patogeni tellurici e incremento dell’assorbimento del fosforo

Annunci

Micronaturale: I nematodi

Le specie di nematodi che si trovano nel terreno, sono generalmente di dimensioni variabili fra mm 0.5-2 di lunghezza e si distinguono, dal punto di vista della nutrizione, in predatrici, fitofaghe e saprofaghe. I nematodi vivono a spese della fauna del suolo (protozoi, altri nematodi), mentre i fitofagi si nutrono di organi sotterranei delle piante, … Continua a leggere Micronaturale: I nematodi

La coltivazione MICRONATURALE di Zantedeschia (calla).

Viene comunemente chiamata calla aethiopica o Richardia africana, e coltivata su larga scala, specialmente sotto vetro, per la produzione di fiore reciso. La pianta è dotata di un grosso rizoma oblungo, foglie basali largamente sagittate con lunghi piccioli, infiorescenze solitarie, bianche, formate da una lunga sosta avvolta ad imbuto e da uno spadice eretto. Bianca … Continua a leggere La coltivazione MICRONATURALE di Zantedeschia (calla).

La coltivazione MICRONATURALE Delle Nerine

Fiore assai poco diffuso ma assai interessante per le belle e eleganti infiorescenze a ombrella, portanti da 10 a 15 fiori Rosati, aranciati o rossi, non molto grandi, con 6 divisioni ricurve e arricciate, sopra steli alti anche 60-80 cm. I fiori compaiono in autunno e la pianta va coltivata come l'amaryllis belladonna, con riposo … Continua a leggere La coltivazione MICRONATURALE Delle Nerine

Micronaturale: Le attinorrize

Un esempio di azoto-fissazione simbiotica è quello che si realizza tra l'attinomicete Frankia e otto famiglie di piante ospiti non leguminose. Queste associazioni batteriche con le radici delle piante sono dette attinorrize o simbiosi attinorriziche. Frankia fissa l'azoto e riveste grande importanza soprattutto nelle piante arboree e arbustive. Queste associazioni si trovano, per esempio, nelle … Continua a leggere Micronaturale: Le attinorrize

Micronaturale: I Microrganismi nei suoli del deserto

I suoli dei deserti caldi, freddo-aridi e semiaridi dipendono dalle piogge periodiche e poco frequenti. Quando piove l'acqua può raccogliersi in pozzanghere nelle zone basse ed essere trattenuta sulla superficie del suolo da comunità microbiche dette croste desertiche. Esse sono costituite da associazioni tra cianobatteri e altri Microrganismi compresi Anabaena, Microcoleus, Nostoc e Scytonema. Alla … Continua a leggere Micronaturale: I Microrganismi nei suoli del deserto

Micronaturale: La ritenzione idrica Delle zeolititi

In conformità alla prassi petrografia, rocce (tufi e ignimbriti) diagenizzate a prevalente (> 50%) contenuto in zeolite sono definibili "Zeolititi". Genericamente e impropriamente note con i termini di zeoliti naturali, zeoliti sedimentarie, rocce ricche in zeolite, tufi ricchi in zeolite. Le Zeolititi posseggono varie caratteristiche in base al contenuto in zeolite e alla natura litologica … Continua a leggere Micronaturale: La ritenzione idrica Delle zeolititi