Article: Zeolites Encapsulated with Organic Matrices in Vegetable and Ornamental Plants Fertilization

Domenico Prisa* CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy Int.J.Curr.Microbiol.App.Sci.2021.10(6): 415-425 DOI: https://doi.org/10.20546/ijcmas.2021.1006.044 Abstract: The aim of this research was to evaluate the fertilizing capacity of an innovative zeolite product, characterised by an encapsulated structure with an organic matrix on vegetable … Continua a leggere Article: Zeolites Encapsulated with Organic Matrices in Vegetable and Ornamental Plants Fertilization

Il bello cerca il bello….

Scientific paper: Biological mixture of brown algae extracts influences the microbial community of Lobivia arachnacantha, Lobivia aurea, Lobivia jojoiana and Lobivia grandiflora in pot cultivation

Author: Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article GSC Advanced Research and Reviews, 2021, 08(03), 043–053. Article DOI: 10.30574/gscarr.2021.8.3.0190 DOI url:https://doi.org/10.30574/gscarr.2021.8.3.0190 Publication history: Received on 03 August 2021; revised on 06 September 2021; accepted on 08 September 2021  Abstract:  Research goal: Based on … Continua a leggere Scientific paper: Biological mixture of brown algae extracts influences the microbial community of Lobivia arachnacantha, Lobivia aurea, Lobivia jojoiana and Lobivia grandiflora in pot cultivation

LE CARATTERISTICHE FISICHE DEI CACTUS

Le diverse condizioni climatiche che le succulente devono affrontare hanno determinato svariati adattamenti specifici. I fiori La fioritura ha lo scopo di perpetuare le specie, ma nelle piante grasse indica la raggiunta maturità ed avviene in età differenti a seconda della specie. Alcune fioriscono pochi mesi dopo la semina, ma vivono poco, mentre altre attendono … Continua a leggere LE CARATTERISTICHE FISICHE DEI CACTUS

Uso di Effective microorganisms e Micorrize nella coltivazione di cactus da frutto (Mammillaria prolifera)

In questa sperimentazione verranno valutate: Valutazione dello sviluppo vegetativo e radicale delle piante Produzione e durata dei fiori Produzione e analisi delle caratteristiche qualitative e metaboliche dei frutti Influenza dei trattamenti microbici sugli insetti impollinatori Per saperne di più seguite sempre il mio blog:www.domenicoprisa.com #cactus #mammillaria #prolifera #ornamentale #frutti #edibile

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

Carpino bianco (Carpinus betulus) Albero dal portamento dritto e chioma allungata di colore verde scuro. Rami tomentosi e orizzontali, a dare un aspetto generale dalla forma cupolare. Corteccia grigiastra e liscia dall'aspetto opaco. Radici fascicolate e molto ramificate. Fiorisce nel mese di aprile e la propagazione avviene attraverso il vento. Necessita di temperature relativamente elevate … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELL’….

Abete rosso (Picea abies) Albero dal tronco diritto e chioma conica stretta e piramidale, di colore verde scuro. Alla base il tronco misura fino a due metri. Corteccia sottile e rossastra con l'età diviene bruno-grigiastra e si divide in placche regolari su rettangolari di circa 1-2 cm. Coni si sviluppano in primavera e rimangono sui … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELL’….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELL’….

Arancio (Citrus sinensis) Albero di altezza variabile, chioma compatta fittamente ramificato con presenza di spine all'estremità. Corteccia di colore grigio-bruno non particolarmente solcata, ma piuttosto liscia. La fioritura avviene in primavera. Pianta originaria della Cina dove veniva coltivata insieme all'arancio amaro (C. aurantium), importata in Europa dai Greci. Sensibile al freddo, viene coltivata sopratutto nelle … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELL’….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

Biancospino (Crataegus monogyna) Generalmente arbusto di pochi metri di altezza, che può assumere l'aspetto di alberello. Chioma espansa e frastagliata, con ramificazioni abbondanti e irregolari. Fusto ricoperto da una corteccia compatta, colore grigio e scanalata. La fioritura si ha nel mese di aprile e offre uno spettacolo notevole, attirando molti insetti pronubi. Habitat nelle aree … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…..

Tuia (Thuja occidentalis) Albero dalla chioma piramidale stretta ad accrescimento piuttosto lento: può impiegare oltre 150 anni per raggiungere 15 metri di altezza. Corteccia dei rami è fibrosa e di color bruno-rossastra. Foglie disposte su quattro file, mentre i rametti, formano delle strutture ventagliformi orizzontali, per lo più pendole. Fioritura avviene da marzo ad aprile. … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…..

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

Nocciolo (Corylus avellana) Piccolo albero, comunemente arbusto, ramificato alla base, dalla chioma espansa ed irregolare. Formato da una serie di fusti legnosi ed elastici ricoperti da scorza liscia e brillante con caratteristiche lenticelle bianche. I fiori maschili compaiono prima di quelli femminili, solitamente in autunno e il frutto è edibile. Si tratta di specie pioniera … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

Salice piangente (Salix babylonica) Pianta originaria dell'Asia Meridionale che seguendo la via della seta nel XVIII secolo è arrivata in Europa dove è stata coltivata a scopo ornamentale. Albero di modesta grandezza con tronco robusto e sinuoso. Rami penduli e sottili, assumendo così portamento particolare verso il basso. Il colore può essere variabile dal giallo … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…..

Sughera (Quercus suber) Albero dal tronco contorto e nodoso, rami irregolari, possiede chioma espansa e poco densa. Corteccia di colore grigio, caratterizzatada eccezionale spessore; tende a sfaldarsi in blocchi compatti. La Sughera è una specie mediterranea che predilige ambienti caldi e moderatamente secchi. Non sopporta le gelate. Ha una vita media di 250-300 anni. Nella … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…..

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

Mirabolano (Prunus cerasifera) E' un albero dalla chioma leggera ed espansa, con tronco eretto e snello, spesso ramificato appena sopra la base. Scorza bruna, opaca e molto rugosa. I rami presentano spine a livello dell'apice, soprattutto gli individui spontanei. La varietà pissardii, utilizzata a scopo ornamentale, possiede un fogliame rosso che scurisce con il tempo … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL….

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…

Mimosa (Acacia dealbata) Albero dalla chioma, ampia, ma non folta, con sviluppo disordinato e frequenti ramificazioni orizzontali. Tronco obliquo e dalla sezione irregolare. Corteccia liscia ed opaca con colore grigio-biancastro. Sui rametti delle foglioline sono presenti delle ghiandole che secernono una sostanza che attira le formiche, principali difensori della pianta dagli attacchi da parte di … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL…

Carrubo (Ceratonia siliqua) E' un albero dal portamento eretto e tozzo, nodoso e dalla chioma ampia e densa. I rami giovani sono piatti ricoperti da una peluria che sparisce col tempo. Corteccia da liscia e grigiastra diviene bruna e rugosa. Il carrubo è un albero lento a crescere, anche se molto longevo, può diventare pluricentenario. … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL…

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…..

Betulla (Betula pendula) Viene anche chiamata betulla bianca o betulla verrucosa, presenta chioma abbastanza rada sviluppata in senso verticale grazie ai rami ascendenti. Caratteristica è la scorza, sottile e chiara, con lenticelle chiare disposte orizzontalmente. Tende a sfogliarsi in nastri lunghi e sottili. Fiorisce da Aprile a Maggio e le sue foglie d'autunno presentano colorazione … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DELLA…..

CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL…

Bagolaro (Celtis australis) Albero dalla chioma espansa , che nel complesso si presenta di colore verde chiaro. Tronco robusto e allargato alla base, con possenti nervature che si accentuano con l'età. Ramificazioni primarie notevolmente grosse, mentre le secondarie, più sottili, risultano pendule. Corteccia sottile, di color grigio chiaro e lucida. Legno duro e longevo, la … Continua a leggere CONOSCI L’ALBERO??? OGGI PARLIAMO DEL…

Biochar effects in the growing and control of biotic and abiotic stress in Astrophytum myriostigma and Astrophytum capricorne

Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Researchand Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article GSC Biological and Pharmaceutical Sciences, 2021, 16(01), 186–194. Article DOI: 10.30574/gscbps.2021.16.1.0211 DOI url:https://doi.org/10.30574/gscbps.2021.16.1.0211Publication history: Received on 22 June 2021; revised on 26 July 2021; accepted on 28 July 2021  Abstract:  Research goal: Based on the information … Continua a leggere Biochar effects in the growing and control of biotic and abiotic stress in Astrophytum myriostigma and Astrophytum capricorne

Coryphantha clavata

Originaria del Messico centrale, nello Stato di Hidalgo e zone adiacenti negli stati di Queretaroe Mexico.Il nome di questa specie è cambiato molte volte e comunque la sua collocazione in un genere o nell'altro è molto incerta: descritta come Mammillaria nel 1838 fu poi inclusa da Britton e Rose in Neolloyidia e trasportata in Coryphantha … Continua a leggere Coryphantha clavata

Islaya minor

Il nome proviene dalla città di Islaya in Perù. Fusto solitario, globulare, alto circa 13 cm con 7 cm di diametro, depresso all'apice. Le costolature sono circa 17, con areole appressate, fittamente ricoperte da un feltro grigio biancastro. Le spine radiali sono 20, sottili e pungenti, lunghe circa 6 mm; la parte apicale del fusto … Continua a leggere Islaya minor

Article: Biofertilizer based on liquid fermented with Inula viscosa, microorganisms and algae in the growth and biocontrol of Sphaerotheca pannosa var. rosae of seed rose plants

Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article World Journal of Biology Pharmacy and Health Sciences, 2021, 06(03), 020–026. Article DOI: 10.30574/wjbphs.2021.6.3.0042 DOI url:https://doi.org/10.30574/wjbphs.2021.6.3.0042 Publication history: Received on 19 May 2021; revised on 20 June 2021; accepted on 23 June 2021  Abstract: Research … Continua a leggere Article: Biofertilizer based on liquid fermented with Inula viscosa, microorganisms and algae in the growth and biocontrol of Sphaerotheca pannosa var. rosae of seed rose plants

Uebelmannia meninensis

Originaria del Brasile (Stato di Minas Gerais), cresce nelle fessure delle rocce, in altitudine. Vive in luoghi dove l'umidità atmosferica è altissima, con terreni drenati. Genere poco coltivato, istituito nel 1973 da Albert Buining per alcune specie scoperte a Pedra Menina, su rocce di quarzo. Fusto globoso da giovane si allunga e diviene quasi cilindrico, … Continua a leggere Uebelmannia meninensis

Zygocactus truncatus

Conosciuta fin dall'inizio dell'800, questa pianta fu dapprima denominata da Haworth come Epiphyllum truncatum. Nel 1890 Schumann creò il genere Zygocactus da zygos giogo e cactus, per le punte con cui ogni articolo abbraccia il seguente. Originaria del Brasile nelle montagne di Rio de Janeiro viene spesso ibridata con generi affini. Lunga fino a 30 … Continua a leggere Zygocactus truncatus

Hylocereus undatus

Il nome viene dal greco yle, foresta e Cereus. Coltivata e seminaturalizzata in tutti i paesi tropicali, origine però sconosciuta. Per lo più conosciuta come Cereus triangularis che De Candolle dette alla specie linneana Cactus triangularis, ma che non è la stessa specie. Haworth descrisse Cereus undatus da una pianta coltivata in Cina e inviata … Continua a leggere Hylocereus undatus

Opuntia Ficus indica Mill

Originaria dell' America tropicale e coltivata in diverse zone subtropicali, è spontanea in Messico, nel Mediterraneo e in Sudafrica. Pianta cespugliosa, che può divenire arborescente fino a 5 m con un tronco legnoso assai ramificato. Articoli grandi, ovali o oblunghi possono raggiungere i 40 cm di lunghezza. Areole piccole, senza spine, munite di glochidi gialli.Fiori … Continua a leggere Opuntia Ficus indica Mill

Echinocactus grusonii

Il suo nome deriva da Echinos, porcospino e cactus, dovuto alle numerose spine forti addensate sulle areole. Genere stabilito nel 1827 da Link e Otto, che giunse nella monografia di Schumann del 1988, comprendente 138 specie, oggi ne comprende solo 9. Originaria del Messico centrale, Stato di San Luis Potosi' e quello di Hidalgo. Pianta … Continua a leggere Echinocactus grusonii

Dolichothele longimamma

Originaria del Messico centrale, nello stato di Hidalgo. Nome derivato da quello che De Candolle aveva dato nel 1828 a una mammillaria a lunghi tubercoli che fu poi trasferita nel nuovo genere e mantenne il suo attributo. Sono presenti due distinti tipi: a fiori grandi e a fiori piccoli. Fusto dapprima basso e globulare diviene … Continua a leggere Dolichothele longimamma

Copiapoa chanaralensis

Genere creato da Britton e Rose dando il nome della città di Copiapo', capoluogo della provincia di Atacama in Cile. La specie trovata molto di recente presenta fusto grosso e sferico, color verde oliva, numerose costolature, circa 18. Apice nelle giovani piante fornito di densa lana bianca. Le spine brune con punta più scura, divengono … Continua a leggere Copiapoa chanaralensis

Echinopsis longispina

Originario dell'Argentina settentrionale, al confine con Bolivia tra La Quiaca e Tilcara. Pianta trovata nel 1917 presso La Quiaca, tra i crepacci delle rocce a 3450 m. Fusto inizialmente sferico, diviene poi cilindrico fino a un'altezza di 25 cm e 10 di diametro, verde glauco, con 25-50 costolature incise fra i tubercoli che le formano … Continua a leggere Echinopsis longispina