I vantaggi che la biodiversità vegetale offre all’uomo e alla medicina

La conservazione della biodiversità è estremamente importante per l'agricoltura per una ragione fondamentale: nelle piante selvatiche si ritrova quel serbatoio di geni e quella sorgente di nuove mutazioni che sono andate perse con il miglioramento varietale. Se per esempio perdessimo la biodiversità della vite, del mais e di tutte le piante di interesse agricolo non … Continua a leggere I vantaggi che la biodiversità vegetale offre all’uomo e alla medicina

Gli effetti dell’agricoltura intensiva sulla desertificazione

Le pratiche agricole non tengono conto dei cicli naturali e produttivi del suolo, il cui equilibrio si sta alterando in seguito all'utilizzo di numerose sostanze chimiche create a partire dagli anni '40 e che influenzano in maniera negativa la vita di insetti, funghi e piante. Queste sostanze determinano effetti negativi sull' ambiente in modi diversi: … Continua a leggere Gli effetti dell’agricoltura intensiva sulla desertificazione

Il fenomeno della desertificazione

Le attività umane da sempre sono state tra i principali fenomeni d'incidenza degli equilibri terrestri. L'uomo spesso genera delle situazioni che non sempre si integrano con il proprio ecosistema.Provoca cambiamenti che generano alterazioni all'ecosistema naturale, da qui i fenomeni di desertificazione, la sua capacità però di comprendere le conseguenze è piuttosto modesta.I processi degenerativi del … Continua a leggere Il fenomeno della desertificazione

Cactus edibili: Trichocereus schickendantzii

I Trichocereus sono piante arboree o arbustive, colonnari. Le costole sui fusti sono basse e poco numerose. Le areole sono disposte lungo le coste e sono di solito feltrose e lanose, caratteristica da cui il genere prende il nome. Complessivamente, non hanno spine importanti. I fiori sono grandi e imbutiformi, capaci di ospitare un pipistrello … Continua a leggere Cactus edibili: Trichocereus schickendantzii

Echinocereus dai frutti edibili: Echinocereus cinerascens

Echinocereus Engelm., 1848 è un genere di piante succulente appartenente alla famiglia delle Cactaceae (tribù delle Pachycereeae), originario del Messico e dell'America del Nord. Il suo nome deriva dal greco echìnos, cioè riccio, in riferimento a fusti e frutti molto spinosi e cereus cioè candela per il portamento dei suoi fusti. Gli Echinocereus hanno fusti … Continua a leggere Echinocereus dai frutti edibili: Echinocereus cinerascens

Cactus dai fiori ornamentali: Le rebutia

Rebutia K.Schum., 1895 è un genere di piante succulente appartenente alla famiglia delle Cactaceae (sottofamiglia Cactoideae, tribù Trichocereeae), comprendente una ventina di specie, originarie della Bolivia, Perù ed Argentina. Comprende piante generalmente globose senza nervature distinte organizzate in piccoli tubercoli, che producono fiori relativamente grandi rispetto al corpo. Essi producono una notevole quantità di semi. … Continua a leggere Cactus dai fiori ornamentali: Le rebutia

Cactus dai frutti edibili: Ferocactus stainesi

I Ferocactus sono una famiglia di piante grasse spinose originarie dei deserti del Messico e degli Stati Uniti del sud. Sono piante di forma globosa, cilindriche quando sono adulte. Possono anche arrivare a 3 metri di altezza nel loro habitat naturale. Non è l’altezza che rende queste piante incantevoli ma il loro diametro e il … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili: Ferocactus stainesi

Cactus dai frutti edibili dal sapore di anguria: Stenocereus thurberi

Stenocereus thurberi (Engelm.) Buxb. 1961 (chiamato anche Cactus a canne d'organo è una pianta della famiglia delle Cactaceae nativa del Messico. S. thurberi è una cactacea dal fusto colonnare, ramificante appena sotto la base di color verde slavato. Presenta numerose coste, areole brune e dalle 5 alle 8 spine, dritte e sporgenti, di color nero. … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili dal sapore di anguria: Stenocereus thurberi

Cactus dai frutti edibili: Pachycereus pringlei(Cactus elefante, Cardon)

E' un cactus colonnare gigante che cresce sino a 20 metri con un portamento eretto ed un fusto largo fino a un metro. Insieme alla Carnegiea gigantea è uno dei cactus più alti del mondo. In natura un fusto ha pesato 25 tonnellate. Il tronco e i rami hanno da 11 a 17 costole ricoperte … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili: Pachycereus pringlei(Cactus elefante, Cardon)

Succulente dai frutti edibili : Yucca baccata dai frutti simili alle banane

Yucca baccata Torr. è una pianta della famiglia delle Agavacee, originaria del deserto del Mojave, negli Stati Uniti sudoccidentali, e del Messico settentrionale. In inglese è conosciuta anche come banana yucca per i suoi frutti a forma di banana. Yucca baccata è caratterizzata da foglie di lunghezza variabile tra 30 cm e un metro di … Continua a leggere Succulente dai frutti edibili : Yucca baccata dai frutti simili alle banane

I fertilizzanti a base di alghe

L'uso di alghe come fertilizzanti risale all'antichità quando gli agricolturi raccoglievano le alghe e distribuendole sui campi ne scoprirono i benefici. Gli estratti di alghe in diversa formulazione sono utilizzati per stimolare i processi naturali delle piante per migliorare l'assorbimento e l'efficienza dei nutrienti, la tolleranza agli stress abiotici e migliorare la produttività.Le alghe sono … Continua a leggere I fertilizzanti a base di alghe

Il miglior modo di utilizzare il compost

Applicare il compost nei momenti più idonei, normalmente almeno un mese prima della semina o trapiantoUtilizzare il compost all'interno di un corretto piano di fertilizzazione in base alla colturaConsiderare le trasformazioni delle proprietà chimiche in seguito all'uso del compostIn base alle diverse specie vegetali valutare la corretta frequenza di utilizzo del compost #compost #organico #coltivazione … Continua a leggere Il miglior modo di utilizzare il compost

Ricerca: Dispositivo per energizzare l’acqua per il miglioramento della coltivazione di piante aromatiche

Water structuring device for the quality improvement of aromatic plants Domenico Prisa *CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article GSC Biological and Pharmaceutical Sciences, 2020, 12(03), 017-023. Article DOI: 10.30574/gscbps.2020.12.3.0270DOI url: https://doi.org/10.30574/gscbps.2020.12.3.0270 Publication history:Received on 20 August 2020; … Continua a leggere Ricerca: Dispositivo per energizzare l’acqua per il miglioramento della coltivazione di piante aromatiche

Cactus dai fiori edibili: Ferocactus histrix

Specie molto diffusa, immancabilmente solitaria, spesso rimane globulare, solo in vecchiaia diventa leggermente cilindrico.Le spine fanno una curva, e questo rende molto attraenti le piante più giovani; le piccole piante crescono molto in fretta, qualche volta addirittura raddoppiando il numero di costolature in una sola stagione di crescita.Fiorisce a circa 25 cm. di diametro in … Continua a leggere Cactus dai fiori edibili: Ferocactus histrix

Cactus edibili: Myrtillocactus geometrizans

Questa pianta cresce nelle zone semi aride del Messico e del Guatemala e deve il suo nome ai piccoli frutti commestibili. A seconda della specie il Myrtillocactus si può trovare a livello del mare o fino a 1000 metri di altitudine. Questi cactus hanno fusti corti e di colore verde bluastro e spessi rami eretti, … Continua a leggere Cactus edibili: Myrtillocactus geometrizans

La bougainvillea e la sua coltivazione

Bougainvillea è un genere di piante della famiglia delle Nyctaginaceae, originario delle zone tropicali. La pianta fu scoperta nel 1768 in Brasile da Philibert Commercon, botanico ufficiale nella spedizione di Louis Antoine De Bougainville, e fu nominata in seguito in onore del comandante. Comprende specie arbustive sarmentose, spinose sempreverdi a grande sviluppo (8–10 m) con … Continua a leggere La bougainvillea e la sua coltivazione

Utilizzo alimentare di Lapazio (Rumex crispus)

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Polygonaceae, diffusa in tutta Italia, in pianura e in montagna.Le foglie tenere si raccolgono a fine marzo-aprile, le radici a settembre-ottobre. Il Lapazio è efficace contro la rogna, la scrofolosi, gli apostemi, gli ascessi. #lapazio #romice #erbapazienza #rabarbaroalpino

Progetti e convenzioni su Cactus e succulente

Utilizzo il canale social e vi prego di condividere, per comunicare possibili collaborazioni e progetti di ricerca sulla tematica cactus e succulente. Le tematiche possono riguardare: breedinggerminazione e radicazionesubstrati e metodi di coltivazionebiostimolanti e prodotti microbiciprodotti per la difesacactus e succulente medicinalicactus e succulente alimentaricactus nel biorisanamentocactus e succulente in apicolturacactus e succulente nel mondo … Continua a leggere Progetti e convenzioni su Cactus e succulente

Comparazione tra zeolite naturale e zeolite sterilizzata su Opuntia ficus-indica

La prova ha dimostrato che la componente microbica della zeolite è fondamentale per le interazioni pianta-radice-suolo-zeolite.Infatti nelle piante con zeolite naturale si evidenzia un incremento di: biomassa vegetativa e radicalenumero di nuovi germogliincremento del numero di frutti (numero e dimensione) nelle CVS "sulfarina', 'muscaredda', 'sanguigna'.incremento del contenuto in azoto, fosforo e potassio all'interno dei tessuti … Continua a leggere Comparazione tra zeolite naturale e zeolite sterilizzata su Opuntia ficus-indica

Utilizzo del fico d’india in medicina

Dalla notte dei tempi le donne siciliane si tramandano l'uso dei fiori di fico d'india per le attività benefiche e terapeutiche che essi producono.L'infuso dei fiori raccolti ed essiccati ha un effetto depurativo; ha una dolce e blanda azione diuretica e rilassante sulle vie escretrici renali, facilita la filtrazione renale e sulla renella, in quanto … Continua a leggere Utilizzo del fico d’india in medicina

Uso di argento, rame e oro colloidale nella biostimolazione e controllo delle malattie delle piante

Questi tre metalli hanno avuto particolare importanza nella storia umana. L'archeologia dimostra che la gente ha utilizzato da tempi immemorabili oro, rame argento per la loro attività biocida. Oltre ad agire positivamente contro i disturbi dell'organismo umano, sono un efficace antimicrobico nella cura delle piante da funghi e parassiti e nel controllo dei virus. Si … Continua a leggere Uso di argento, rame e oro colloidale nella biostimolazione e controllo delle malattie delle piante

La coltivazione di Eleagnus multiflora (Goumi del Giappone)

Arbusto del Giappone alto fino a 5 m che può essere deciduo o sempreverde. I rami giovani sono coperti da scaglie bronzee, i fiori bianchi sbocciano a metà primavera. Possiede radici con noduli per fissare l'azoto. Produzione di frutti abbondante. I frutti si possono mangiare al naturale o in dessert, o come accompagnamento di piatti … Continua a leggere La coltivazione di Eleagnus multiflora (Goumi del Giappone)

Induzione della fioritura su lewisia cotyledon in seguito a stress idrico

Come individuato già su altre specie periodi prolungati di stress idrico su questa pianta succulenta inducono la fioritura che altrimenti non avviene. Quindi freddo/secco in inverno e caldo/secco in estate possono incrementare il numero di fiori. #lewisia #cotyledon #stress #acqua #succulente #ornamentale

Articolo: Zeolitite a chabasite arricchita di microrganismi nella coltivazione e difesa di pomodoro

Prisa Domenico *CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy Research Article GSC Advanced Research and Reviews, 2020, 04(02), 001-009.Article DOI: 10.30574/gscarr.2020.4.2.0059DOI url: https://doi.org/10.30574/gscarr.2020.4.2.0059Publication history:Received on 10 July 2020; revised on 31 July 2020; accepted on 03 August 2020 Abstract:In this … Continua a leggere Articolo: Zeolitite a chabasite arricchita di microrganismi nella coltivazione e difesa di pomodoro

Gigaspora gigantea nella biostimolazione di gymnocalicium e chamaecereus

Effetti riscontrati: aumento biomassa vegetativa e radicaleaumento del numero di fioriaumento nuovi polloniincremento intensità del colore dei fioriaspetto molto interessante come in un'altra ricerca che ho effettuato su echinopsis, che i microrganismi biostimolanti del suolo aumentano significativamente l'attrazione nei confronti di insetti impollinatori. Probabilmente le piante incrementano o la produzione di volatili attrattivi o di … Continua a leggere Gigaspora gigantea nella biostimolazione di gymnocalicium e chamaecereus

Cactus e risorse idriche

Spesso mi chiedono perché fra le tante piante da studiare, io ami particolarmente le cactacee e succulente. Beh perché hanno dei meccanismi di vita e crescita particolari, che le rendono molto interessanti, per non parlare poi delle loro fioriture copiose, colorate e profumate. In queste foto, particolari di rebutia che si nasconde nel sottosuolo nei … Continua a leggere Cactus e risorse idriche

Trichoderma viride nella coltivazione di aichryson

Il bello in una sperimentazione di partire dalla semina è che ti rendi maggiormente conto degli effetti di un prodotto In questo caso effetto biostimolante di Trichoderma viride #aichryson #succulente #Trichoderma #viride#biostimolazione

Effective microorganisms (Em) nella coltivazione di Hylocereus undatus (pitaya) cv extra dulce e Aeonium

Effetti riscontrati nelle piante trattate: incremento della velocità di germinazioneriduzione del tempo di germinazioneaumento della biomassa vegetativaaumento biomassa radicale #em #pitaya #aeonium #microrganismi #stimolazione #frutti #ornamentale #succulente