Gigaspora gigantea nella biostimolazione di gymnocalicium e chamaecereus

Effetti riscontrati: aumento biomassa vegetativa e radicaleaumento del numero di fioriaumento nuovi polloniincremento intensità del colore dei fioriaspetto molto interessante come in un'altra ricerca che ho effettuato su echinopsis, che i microrganismi biostimolanti del suolo aumentano significativamente l'attrazione nei confronti di insetti impollinatori. Probabilmente le piante incrementano o la produzione di volatili attrattivi o di … Continua a leggere Gigaspora gigantea nella biostimolazione di gymnocalicium e chamaecereus

Cactus e risorse idriche

Spesso mi chiedono perché fra le tante piante da studiare, io ami particolarmente le cactacee e succulente. Beh perché hanno dei meccanismi di vita e crescita particolari, che le rendono molto interessanti, per non parlare poi delle loro fioriture copiose, colorate e profumate. In queste foto, particolari di rebutia che si nasconde nel sottosuolo nei … Continua a leggere Cactus e risorse idriche

Trichoderma viride nella coltivazione di aichryson

Il bello in una sperimentazione di partire dalla semina è che ti rendi maggiormente conto degli effetti di un prodotto In questo caso effetto biostimolante di Trichoderma viride #aichryson #succulente #Trichoderma #viride#biostimolazione

Effective microorganisms (Em) nella coltivazione di Hylocereus undatus (pitaya) cv extra dulce e Aeonium

Effetti riscontrati nelle piante trattate: incremento della velocità di germinazioneriduzione del tempo di germinazioneaumento della biomassa vegetativaaumento biomassa radicale #em #pitaya #aeonium #microrganismi #stimolazione #frutti #ornamentale #succulente

Metodi per la gestione sostenibile delle infestanti nelle colture agrarie.

evitare uso di coltivazioni sensibili alle infestanti in aree marginalievitare lo sviluppo incontrollato delle infestanti nelle zone limitrofe ai campipacciamare o realizzare consociazioni con colture di coperturacolture seminate o pluriennali in aree a bassa pressione d'infestantivarietà a rapida emergenza e crescita, che coprono bene il suolofalsa seminautilizzare il trapianto invece della seminauso di piante sane … Continua a leggere Metodi per la gestione sostenibile delle infestanti nelle colture agrarie.

Piante ornamentali che necessitano di poca acqua

Leontopodium alpinum (Compositae/Asteraceae) È una perenne cespitosa, con brattee lanuginose, che formano delle stelle, in primavera e estate. I fiori sono di colore bianco. È originaria delle aree prative e rocciose dell'Europa. Si propaga per seme o per divisione. #leontopodium #stellaalpina #acqua #rocciose

Uso medicinale di Aloe Ferox

È conosciuta come Aloe del Capo, Selvatica o Aloe africana.È originaria dell'Africa sahariana, diffusa in India e nelle regioni tropicali e subtropicali del continente americano.Possiede un tronco legnoso centrale, con foglie alternate, robusta, con cespugli che possono raggiungere i 5 m. I fiori hanno forma tubolare, a grappolo, con uno stelo che può raggiungere gli … Continua a leggere Uso medicinale di Aloe Ferox

Piante ornamentali che necessitano di poca acqua

Horminium pyrenaicum Perenne sempreverde, compatta, a rosetta, con fiori tubolari, in estate di color viola, rosa o bianco.Si trova normalmente sui Pirenei e sulle Alpi, è adatta a giardini rocciosi. Si può propagare mediante seme in autunno o per divisione in primavera. #horminium #ornamentale #fiori #Alpi

Piante Ornamentali che necessitano di poca acqua

Iberis Sempervirens Arbusto sempreverde, con fiori piccoli, irregolari, larghi 5 cm, che fiorisce a fine primavera o inizio estate. Di colore bianco, spesso con sfumature rosa. Proviene dalle montagne dell'Europa del Sud, si coltiva in terreno ben drenato. Si propaga per seme in autunno o talee a metà estate. #iberis #sempervirens #bianco #arbusto #noacqua

Utilizzo alimentare di sechium edule (zucca centenaria)

Appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, povera di calorie, non contiene colesterolo ed è ricca di acqua. Contiene inoltre aminoacidi e vitamina C, potassio. Possiede proprietà diuretiche, cardiovascolari e antinfiammatorie. Le foglie sono utilizzate per curare arteriosclerosi, ipertensione e sciogliere i calcoli renali. Da una pianta si possono ricavare anche un centinaio di frutti. #sechium #edule … Continua a leggere Utilizzo alimentare di sechium edule (zucca centenaria)

Uso alimentare della portulaca oleracea

È una pianta succulenta proveniente dall'Asia. Nel medioevo veniva coltivata nel Mediterraneo e nei paesi Arabi, dove ancora oggi viene venduta nei negozi.Oltre agli Omega 3 contiene molta vitamina C, che in antichità i marinai utilizzavano per combattere lo scorbuto. Ha proprietà depurative, diuretiche e alcune sue sostanze hanno funzione antidiabetica e antitumorale. #portulaca #oleracea … Continua a leggere Uso alimentare della portulaca oleracea

Coltivazione e uso di Salvia officinalis

Pianta originaria dell’Europa meridionale, presente in tutte le regioni italiane, coltivata per uso culinario. Suffruticosa perenne, alta fino a 100 cm, con fusto ramoso; le foglie sono grigio-tomentose, persistenti in inverno. I fiori, blu-violacei, sono riuniti in verticillastri apicali. Si semina all’inizio della primavera, coperto, a 18°C; la germinazione avviene dopo 1-2 settimane. Oppure seminare … Continua a leggere Coltivazione e uso di Salvia officinalis

Coltivazione e uso del cetriolo (Cucumis sativus)

Pianta annuale a fusto rampicante, con frutto cilindrico, più o meno allungato, di colore verde o bianco, giallo, polpa bianca che racchiude i semi. Il cetriolo si semina all’aperto in aprile-maggio, in buchette, distanti 40-50 cm, lungo i solchetti abbinati, quando le giovani piantine sono alquanto sviluppate si pratica il diradamento, lasciando una sola piantina … Continua a leggere Coltivazione e uso del cetriolo (Cucumis sativus)

La coltivazione e uso della (Patata – Solanum tuberosum L.)

La sua coltivazione è diffusa in tutto il mondo, in Europa i principali paesi che la coltivano sono Polonia, Germania, Repubblica Ceca, Spagna e Francia. Pianta a ciclo annuale provvista di radici fascicolate piuttosto superficiali, dotate di numerose diramazioni capillari.Nella parte ipogea del fusto sono presenti gli stoloni i quali, ingrossando all'apice, danno luogo ad … Continua a leggere La coltivazione e uso della (Patata – Solanum tuberosum L.)

Coltivazione e uso della barbabietola da zucchero

Coltivazione praticata anticamente da Romani e greci, la sua importanza saccarifera risale al 1747, al chimico Margraff che scoprì lo zucchero cristallizzabile. È una delle più importanti colture deI Paesi europei e di quelli dell'ex-Unione Sovietica. Pianta biennale (stadio vegetativo al primo anno; stadio riproduttivo al secondo) è caratterizzata da una radice fittonante, grossa, carnosa, … Continua a leggere Coltivazione e uso della barbabietola da zucchero

Le fermentazioni microbiche

La produzione ad alta resa di un microrganismo può avvenire con sistemi di fermentazione liquida o sommersa, solida o semi-solida controllando ovviamente diversi parametri. La biomassa fungina viene prodotta più velocemente e con maggiore resa in fermentazione liquida, valutando i rapporti tra carbonio-azoto che modificano la sopravvivenza dei conidi e la durata del prodotto finale. … Continua a leggere Le fermentazioni microbiche

La produzione di microrganismi

Per sviluppare un microrganismo a livello commerciale, deve essere prodotto, formulato, conservato e immagazzinato su scala industriale. Le richieste per un prodotto microbico sono: produzione a basso costosopravvivenza del microrganismostabilità per garantire la vita del microrganismo durante l'immagazzinamento La biomassa prodotta deve essere di alta qualità, ad alta concentrazione e i propaguli devono sopravvivere per … Continua a leggere La produzione di microrganismi

Uso e coltivazione di camomilla romana (anthemis nobilis)

Appartiene alle Asteracee ed è una pianta originaria dell’Europa occidentale. Coltivata in Italia, in particolare nel centro-sud. È una sempreverde perenne che in estate produce fiorellini, singoli, bianchi con foglie che producono un profumo dolce se schiacciate. Si semina in primavera su substrato fertile e sciolto, in seguito, le piantine possono essere poste in terra … Continua a leggere Uso e coltivazione di camomilla romana (anthemis nobilis)

Coltivazione e uso di Laurus nobilis (alloro)

Originaria dell’Asia MINORE si è diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo fino a 800 m. Albero perenne sempreverde o arbusto che può arrivare a 10 metri. Le foglie sfiorate emettono un profumo dolce e aromatico. I fiori piccoli sono ombrelle ascellari e compaiono in marzo-aprile. I frutti, bacche ovali, nere sono caratterizzate da singolo … Continua a leggere Coltivazione e uso di Laurus nobilis (alloro)

Uso alimentare di Silene vulgaris

Erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Cariofillaceae e al genere Silene, con un centinaio di specie. Pianta comune nei terreni incolti, ricercata dalle api e dai calabroni. Proprietà: coleretichedepurativemineralizzantiutilizzata in passato contro gotta e fuoco di S. Antonio #silene #piantemedicinali #vulgaris #selvatiche #api

Il fiore che puzza di ape morente

Sono molte le specie di piante che attirano gli impollinatori fingendo di essere qualcos’altro. Alcune si travestono da carne putrida e puzzano così per attirare le mosche. Altre hanno i fiori che assomigliano alle femmine delle vespe, e inducono i maschi ad accoppiarsi con loro e sporcarsi di polline. In questo modo ingannano gli insetti … Continua a leggere Il fiore che puzza di ape morente

Uso medicinale e alimentare di Perilla frutescens

È una pianta annuale aromatica con proprietà diverse in base all'area di provenienza. Cresce in tutti i tipi di terreno, ma preferisce quelli ricchi di humus e ben drenati. Pianta commestibile, ha sapore di anice e melissa. Si consuma in insalata o per guarnire le pietanze. Foglie possono essere consumate in tisane o come spezie. … Continua a leggere Uso medicinale e alimentare di Perilla frutescens

Uso medicinale di pogostemon cablin

È una pianta perenne, cespugliosa che appartiene alla famiglia della menta. Si coltiva a mezz'ombra ed è molto decorativa.Si può moltiplicare per talea o seme. Le foglie possono essere usate per la cura di: reumatismimal di testanauseedolore addominale Proprietà: analgesicheantisetticheantinfiammatoriecicatrizzanti #pogostemon #pachouli #curativa #medicinale

Uso di Effective microorganisms nella coltivazione di Alkekengi

L'Alkekengi o alchechengi o alchechengio (Physalis alkekengi L.) è una pianta perenne che produce bacche commestibili; appartiene, come il pomodoro e la patata, alla famiglia delle Solanaceae. Si coltiva facilmente, dà origine ad un rizoma strisciante interrato molto profondamente: in questo modo è permessa la propagazione e la rivegetazione conseguente alla stasi invernale. Effetti riscontrati … Continua a leggere Uso di Effective microorganisms nella coltivazione di Alkekengi

Uso di micorrize nella coltivazione di begonia

Valutazione dell'effetto biostimolante di micorrize su begonia Effetti riscontrati: aumento biomassa fogliare e radicaleincremento del numero di fioriaccelerazione del ciclo di coltivazioneincremento del tasso fotosintetico #begonia #ornamentale #microrganismi #fiori

I batteri

Il termine Bacteria (batteri), in microbiologia e biologia, indica un regno comprendente microrganismi unicellulari, procarioti, in precedenza chiamati anche schizomiceti. Le loro dimensioni sono solitamente dell'ordine di pochi micrometri, ma possono variare da circa 0,2 µm dei micoplasmi fino a 30 µm di alcune spirochete. I procarioti si distinguono quindi in due gruppi principali: *archaea, … Continua a leggere I batteri

Uso industriale di Cistus albidus

Il cisto biancastro (Cistus albidus L.) è un arbusto sempreverde della famiglia delle Cistaceae. Le foglie sono opposte e dotate di peli stellati. Le infiorescenze sono costituite da tre ad otto fiori, sorretti da peduncoli. Il frutto è costituito da una capsula pelosa avvolta da un calice contenente numerosi semi. La fioritura avviene nel periodo … Continua a leggere Uso industriale di Cistus albidus

Uso medicinale di Echinacea purpurea

Pianta di origine nordamericana, appartenente alle Asteraceae, da anni utilizzata per le sue capacità immuostimolanti. Principi attivi: acidi fenolicialchilammidipolisaccaridiflavonoidi L'echinacea può essere utilizzata per: raffreddorerinosinusitefaringitedeficit immunologiciinfezioni #echinacea #piantemedicinali #infezioni #infiammazioni