Micronaturale: metodi di controllo dei biodeteriogeni, possibile utilizzo di Gea Risana e dei microrganismi Em

Il controllo dei biodeteriogeni può essere effettuato con metodi diretti, indiretti e biologici

Sono metodi indiretti quelli che controllano la crescita microbica agendo sui fattori ambientali (acqua, luce, temperatura, umidità, etc) che ne favoriscono la colonizzazione e attecchimento sulle superfici.

Sono metodi diretti quelli applicabili sui materiali o sulla biomassa e si dividono in meccanici (scalpello, spatola), fisici (radiazioni UV), chimici (biocidi che vengono utilizzati se: efficaci, bassa tossicità, basso rischio ambientale, non interferiscono col substrato, facili da applicare, basso costo. Utilizzati tramite spruzzo, spazzola, ad impacco, fumigazione.

Biologico si basa sulla conoscenza di specifiche richieste di nutrienti dei microrganismi, o antagonisti naturali, o il rilascio di metaboliti ad effetto inibente la trasmissione di segnali cellula-cellula, o tramite l’utilizzo di siderofori antogonisti per la rimozione del ferro disponibile nel biofilm.

In alcune sperimentazioni l’utilizzo di Gea Risana o Ema diluiti in acqua (1-5%), ha determinato la riduzione o l’eliminazione dello sviluppo di muffe, ritardato il biodeterioramento, recuperato alcune strutture ormai corrose.

#micronaturale #biodeterioramento #metodi #microrganismi #domenicoprisa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...