La coltivazione MICRONATURALE di Abelia

Delle varie specie la più coltivata e la più frequente nei nostri giardini è l’A. chinensis, cespuglio vigoroso che raggiunge i due metri di altezza e che porta dalla fine della primavera sino all’autunno all’ascella Delle foglie ovato-acute e alquanto dentate, numerosi fiori campanulati, bianco rosato o rossi di bell’effetto. Si moltiplica facilmente per talea, preferisce suolo fresco, fertile, e posizione un po’ ombreggiata.

A sviluppo più modesto ed a fioritura più tardiva è l’A. floribunda del Messico, a fiori rosa-intenso che però non s’incontra spesso; più bella dell’A. Triflora dell’Himalaya a fioritura assai precoce. Si tratta di bei arbusti, rustici però solo nelle regioni temperate del nostro Paese; al nord è consigliabile ripararli contro muri esposti durante l’inverno.

Consigli di Coltivazione

Prima della messa a dimora inserire nella buchetta 300g di chabasite 3-6 mm, 250g di humus di lombrico. Bagnare la talea radicata con Ema al 5% per 30′.

Dopo la messa a dimora Gea suolo al 3% ogni 7 giorni.

#micronaturale #abelia #coltivazione #microrganismi #gea #Ema #chabasite

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...