Quale acqua usare per l’irrigazione?

Per irrigare i giardini e gli orti domestici si usa generalmente l’acqua potabile, che purtroppo non è raccomandabile perché contiene cloro, dannoso per le piante, e carbonati di calcio, dannosi per gli impianti irrigui.

Per questo tipo di acqua è necessaria una decantazione che consenta la sedimentazione del calcare e l’evaporazione del cloro per riscaldamento. Per i prati ornamentali di grande estensione e di pregio è utile prevedere un bacino di raccolta per non rischiare carenze.

La quantità di sali disciolti nell’acqua può variare entro limiti compresi tra 100 e 1500 ppm (parti per milione). Sali solubili in concentrazione superiore a 2000 ppm possono causare al tappeto erboso danni gravi.

Quando irrigare e cosa considerare?

* il suolo composto da maggiore quantità di sabbia ha più bisogno di acqua di quello composto da limo e argilla;
* località geografica e il clima;
* il momento di effettiva necessità

#acqua #irrigazione #sali #cloro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...