LE CARATTERISTICHE FISICHE DEI CACTUS

Le diverse condizioni climatiche che le succulente devono affrontare hanno determinato svariati adattamenti specifici. I fiori La fioritura ha lo scopo di perpetuare le specie, ma nelle piante grasse indica la raggiunta maturità ed avviene in età differenti a seconda della specie. Alcune fioriscono pochi mesi dopo la semina, ma vivono poco, mentre altre attendono … Continua a leggere LE CARATTERISTICHE FISICHE DEI CACTUS

Uso di Effective microorganisms e Micorrize nella coltivazione di cactus da frutto (Mammillaria prolifera)

In questa sperimentazione verranno valutate: Valutazione dello sviluppo vegetativo e radicale delle piante Produzione e durata dei fiori Produzione e analisi delle caratteristiche qualitative e metaboliche dei frutti Influenza dei trattamenti microbici sugli insetti impollinatori Per saperne di più seguite sempre il mio blog:www.domenicoprisa.com #cactus #mammillaria #prolifera #ornamentale #frutti #edibile

Coryphantha clavata

Originaria del Messico centrale, nello Stato di Hidalgo e zone adiacenti negli stati di Queretaroe Mexico.Il nome di questa specie è cambiato molte volte e comunque la sua collocazione in un genere o nell'altro è molto incerta: descritta come Mammillaria nel 1838 fu poi inclusa da Britton e Rose in Neolloyidia e trasportata in Coryphantha … Continua a leggere Coryphantha clavata

Islaya minor

Il nome proviene dalla città di Islaya in Perù. Fusto solitario, globulare, alto circa 13 cm con 7 cm di diametro, depresso all'apice. Le costolature sono circa 17, con areole appressate, fittamente ricoperte da un feltro grigio biancastro. Le spine radiali sono 20, sottili e pungenti, lunghe circa 6 mm; la parte apicale del fusto … Continua a leggere Islaya minor

Article: Biofertilizer based on liquid fermented with Inula viscosa, microorganisms and algae in the growth and biocontrol of Sphaerotheca pannosa var. rosae of seed rose plants

Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article World Journal of Biology Pharmacy and Health Sciences, 2021, 06(03), 020–026. Article DOI: 10.30574/wjbphs.2021.6.3.0042 DOI url:https://doi.org/10.30574/wjbphs.2021.6.3.0042 Publication history: Received on 19 May 2021; revised on 20 June 2021; accepted on 23 June 2021  Abstract: Research … Continua a leggere Article: Biofertilizer based on liquid fermented with Inula viscosa, microorganisms and algae in the growth and biocontrol of Sphaerotheca pannosa var. rosae of seed rose plants

Uebelmannia meninensis

Originaria del Brasile (Stato di Minas Gerais), cresce nelle fessure delle rocce, in altitudine. Vive in luoghi dove l'umidità atmosferica è altissima, con terreni drenati. Genere poco coltivato, istituito nel 1973 da Albert Buining per alcune specie scoperte a Pedra Menina, su rocce di quarzo. Fusto globoso da giovane si allunga e diviene quasi cilindrico, … Continua a leggere Uebelmannia meninensis

Zygocactus truncatus

Conosciuta fin dall'inizio dell'800, questa pianta fu dapprima denominata da Haworth come Epiphyllum truncatum. Nel 1890 Schumann creò il genere Zygocactus da zygos giogo e cactus, per le punte con cui ogni articolo abbraccia il seguente. Originaria del Brasile nelle montagne di Rio de Janeiro viene spesso ibridata con generi affini. Lunga fino a 30 … Continua a leggere Zygocactus truncatus

Hylocereus undatus

Il nome viene dal greco yle, foresta e Cereus. Coltivata e seminaturalizzata in tutti i paesi tropicali, origine però sconosciuta. Per lo più conosciuta come Cereus triangularis che De Candolle dette alla specie linneana Cactus triangularis, ma che non è la stessa specie. Haworth descrisse Cereus undatus da una pianta coltivata in Cina e inviata … Continua a leggere Hylocereus undatus

Opuntia Ficus indica Mill

Originaria dell' America tropicale e coltivata in diverse zone subtropicali, è spontanea in Messico, nel Mediterraneo e in Sudafrica. Pianta cespugliosa, che può divenire arborescente fino a 5 m con un tronco legnoso assai ramificato. Articoli grandi, ovali o oblunghi possono raggiungere i 40 cm di lunghezza. Areole piccole, senza spine, munite di glochidi gialli.Fiori … Continua a leggere Opuntia Ficus indica Mill

Echinocactus grusonii

Il suo nome deriva da Echinos, porcospino e cactus, dovuto alle numerose spine forti addensate sulle areole. Genere stabilito nel 1827 da Link e Otto, che giunse nella monografia di Schumann del 1988, comprendente 138 specie, oggi ne comprende solo 9. Originaria del Messico centrale, Stato di San Luis Potosi' e quello di Hidalgo. Pianta … Continua a leggere Echinocactus grusonii

Dolichothele longimamma

Originaria del Messico centrale, nello stato di Hidalgo. Nome derivato da quello che De Candolle aveva dato nel 1828 a una mammillaria a lunghi tubercoli che fu poi trasferita nel nuovo genere e mantenne il suo attributo. Sono presenti due distinti tipi: a fiori grandi e a fiori piccoli. Fusto dapprima basso e globulare diviene … Continua a leggere Dolichothele longimamma

Copiapoa chanaralensis

Genere creato da Britton e Rose dando il nome della città di Copiapo', capoluogo della provincia di Atacama in Cile. La specie trovata molto di recente presenta fusto grosso e sferico, color verde oliva, numerose costolature, circa 18. Apice nelle giovani piante fornito di densa lana bianca. Le spine brune con punta più scura, divengono … Continua a leggere Copiapoa chanaralensis

Echinopsis longispina

Originario dell'Argentina settentrionale, al confine con Bolivia tra La Quiaca e Tilcara. Pianta trovata nel 1917 presso La Quiaca, tra i crepacci delle rocce a 3450 m. Fusto inizialmente sferico, diviene poi cilindrico fino a un'altezza di 25 cm e 10 di diametro, verde glauco, con 25-50 costolature incise fra i tubercoli che le formano … Continua a leggere Echinopsis longispina

Echinocereus delaetii

Originario del Messico settentrionale, Stato di Coahuilia. Questa specie descritta nel 1909, deve il suo nome a Franz de Laet, commerciante di cactus belga che importo' parecchie nuove specie. Fusto eretto di 10-30 cm, emette numerosi polloni e ramificazioni basali. Costole in numero di 20, ogni areola presenta 36 spine giallastre e 4-5 spine centrali … Continua a leggere Echinocereus delaetii

Borzicactus Humboldtii

Denominato da Vincenzo Riccobono nel 1909 per ricordare Antonio Borzi, fondatore degli Orti botanici di Messina e Palermo. Originario dell'Ecuador fino al Perù. Pianta semiprostrata dal fusto lungo circa 70 cm e 3-5 cm di diametro, di color verde scuro. Presenta 12 costolature più o meno tubercolate, spine radiali sottili e numerose, quelle centrali sono … Continua a leggere Borzicactus Humboldtii

Article: Microbic and Algae biofertilizers in Aloe barbadensis Miller

Microbic and Algae biofertilizers in Aloe barbadensis Miller Domenico Prisa 1, * and Marco Gobbino 2 1 CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. 2 Welcare Research srl, Via San Giovanni sul Muro 18, 20121 Milano, MI, Italy.  Open Access Research Journal of Biology and … Continua a leggere Article: Microbic and Algae biofertilizers in Aloe barbadensis Miller

Stimolazione con rizobatteri in Lewisia cotyledon

Utilizzo di rizobatteri come Bacillus subtilis e Pseudomomas sp. nella coltivazione di piante succulente. Effetti riscontrati: Incremento dello sviluppo vegetativo e radicale Incremento del numero di nuovi germogli Incremento del numero di steli fiorali e della durata fiorale #lewisia #succulente #coltivazione #biostimolazione

Uso di alghe biostimolanti nella coltivazione di Lobivia sp.

Sperimentazione con alghe brune per il miglioramento della crescita e dello sviluppo radicale in cactus di Lobivia. Effetti riscontrati: Incremento dello sviluppo delle piante e radicale Incremento del numero di polloni Incremento del numero di fiori e della durata fiorale #cactus #lobivia #alghe #biostimolazione

Borzicactus humboldtii

Genere denominato da Vincenzo Riccobono nel 1909 per ricordare Antonino Borzi fondatore degli orti botanici di Messina e Palermo. Originario dell'Ecuador e del Perù meridionale. Pianta semiprostrata e ascendente, dal fusto lungo circa 70 cm e 3-5 cm di diametro, di colore verde scuro. Presenta 10-12 costolature, tubercolate, ricoperte di lanugine gialla. Spine radiali sottili … Continua a leggere Borzicactus humboldtii

Euphorbia echinus e le formiche

La particolarità di questa pianta mellifera che in Marocco viene utilizzata per la produzione di miele grazie all'impollinazione delle api, è quella di, quando quest'ultime non possono intervenire di sfruttare le formiche per far spostare il polline. E tu le guardi in gruppetti o in fila indiana che passano da fiorellino in fiorellino, come se … Continua a leggere Euphorbia echinus e le formiche

Cactus ornamentali: Cleistocactus wenlandiorum

Scoperto recentemente in Bolivia, presenta fusto eretto, ramificato alla base, 3-4 cm di diametro, 22 costolature molto piatte, dove nascono areole piuttosto grandi. Spine circa 40, sottilissime, setolose, corte, giallo chiaro da principio, bianco-grigio in seguito.Fiori lunghi 5 cm circa, hanno il tubo leggermente ricurvo, di una tinta arancio chiaro, mentre il perianzio ha segmenti … Continua a leggere Cactus ornamentali: Cleistocactus wenlandiorum

Cactus ornamentali: Castellanosia caineana Il suo nome è stato dato dal botanico boliviano Martin Cardenas in onore dell'argentino Alberto Castellanos, specialista di cactus del Sudamerica. Originario della Bolivia orientale, il genere comprende una sola specie, un grande arbusto ramificato alto fino a 6. Il fusto principale ha 9 costolature larghe fino a 3,5 cm, con … Continua a leggere

Research: Myrtillocactus geometrizans fruit plant stimulated with Effective microorganisms

Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article Open Access Research Journal of Biology and Pharmacy, 2021, 01(01), 025-032. Article DOI: 10.30574/oarjbp.2021.1.1.0015DOI url:https://doi.org/10.30574/oarjbp.2021.1.1.0015 Publication history: Received on 18 February 2021; revised on 21 March 2021; accepted on 23 March 2021  Abstract: The … Continua a leggere Research: Myrtillocactus geometrizans fruit plant stimulated with Effective microorganisms

Wander & Pick project

Il poter partecipare a progetti in cui oltre all'aspetto ornamentale delle piante, puoi legare il mondo dell'arte, della comunicazione e della socialità è qualcosa che ti arricchisce, che ti rende fiero del lavoro che svolgi. Ringrazio la dr.ssa Benati per avermi coinvolto ormai da anni nel progetto Wander&Pick, giardini caratterizzati da fioriture di tulipani e … Continua a leggere Wander & Pick project

Intelligenza sotterranea

Ben diversi dalle forti e solide radici di ancoraggio sono i giovani apici radicali con i loro sottili peli. Questi apici, vivi e sensibili, rinnovano di continuo il loro tessuto. Una specie di cappuccio (caliptra) li protegge nel loro difficile cammino attraverso il terreno. Sugli apici, sottilissimi peli radicali si formano in continuazione. Hanno vita … Continua a leggere Intelligenza sotterranea

Cactus ornamentali: Wilcoxia viperina

Genere creato nel 1909 da Britton e Rose che gli dettero il nome di Timothy Wilcox dell'esercito degli Stati Uniti, collezionista e appassionato di piante. Originario del Messico centro meridionale, presenta radici grosse che formano dei tuberi costituenti una riserva sotterranea. Le ramificazioni possono raggiungere i 2 m, e quelle più basse sono legnose, di … Continua a leggere Cactus ornamentali: Wilcoxia viperina

Bulbose ornamentali: Scilla

Comprende un centinaio di specie a fioritura prevalente blu, originaria delle regioni mediterranee europee e africane. Hanno foglie nastriformi, lucenti, e fiori in racemi più o menoradi. Le corolle campanulate o stellate, pendule, hanno sei sepali. Epoca di piantagione: da fine agosto a inizio ottobreFioritura: febbraio-marzoProfondità e distanza: 8-10 cm interrati e distanza tra l'uno … Continua a leggere Bulbose ornamentali: Scilla

Piante mediterranee resistenti alla siccità: Phlomis grandiflora

Arbusto a foglie sempreverdi. In inverno e primavera le foglie grigio verdi sorprendono per la loro grandezza che può arrivare a 15 cm. In maggio le infiorescenze verticali, portate su fusti molto lunghi, emergono ben al di sopra del fogliame. In estate le nuove foglie, molto corte, si ripiegano per il lungo a formare una … Continua a leggere Piante mediterranee resistenti alla siccità: Phlomis grandiflora

Bulbose primaverili: ornithogalum

Genere piuttosto vario con 150 specie, alcune delle quali caratterizzate da una ricca fioritura. I fiori sbocciano in quasi tutte le specie nella seconda parte della primavera, talvolta prolungando la fioritura anche in estate. Epoca di piantagione: da agosto a novembreFioritura: marzo, aprile, giugnoProfondità e distanza: 15-20 tra i bulbi, profondità di 8 cmClima: rusticaTerreno: … Continua a leggere Bulbose primaverili: ornithogalum