“I microrganismi e le piante parlano”

“I microrganismi e le piante parlano” questi sono i risultati di un’ultima ricerca effettuata dal dr. Prisa, dove su 50 vasi in cui sono state seminate piantine di ortive di diverso tipo, le nuove radichette una volta sviluppatesi, si sono direzionate sempre dalla parte dove erano stati inoculati i microrganismi EM. Ulteriori prove sono state effettuate a diversi regimi nutrizionali, con piantine ortive già di due mesi. Nei vasi in cui non erano presenti i microrganismi, i livelli di NPK nel substrato dopo una settimana dal trapianto delle piantine non erano scesi di molto, al contrario dei vasi in cui erano stati inoculati i microrganismi, dove il quantitativo di macroelementi si è dimezzato.

Cosa straordinaria è che i macroelementi che non sono stati ritrovati nel substrato inoculato con i microrganismi EM, sono stati poi riscontrati nei tessuti vegetali, con incremento della colorazione verde delle foglie e dei fiori. Mentre poche tracce sono state ritrovate nell’acqua dilavata da sotto i vasi. La prova quindi conferma l’importanza dei microrganismi all’interno del suolo, non solo per le comunicazioni che la pianta può effettuare con il terreno, utilizzandoli come ponte, ma anche perchè da come si nota in queste prove, svolgono un ruolo fondamentale nella nutrizione.

Io credo che la pianta possa rilasciare nel terreno essudati diversi in base alla propria condizione fisiologica  (stress idrico, malattie fungine etc.), in una sorta di richiamo di aiuto verso i microrganismi del terreno e che ognuno di loro possa assolvere a un compito differente in base al problema del momento.

Ogni pianta dai numerosi studi che ho effettuato sugli apparati radicali mostra colonie batteriche e fungine diverse, che cambiano anche nel corso dei mesi. Ciò è importante non solo per un discorso evoluzionistico, ma anche per una sorta di “comunicazione”  del proprio stato a quello che sta nel terreno. Paragonerei le radici all’apparato intestinale dell’uomo dove le colonie microbiche sono fondamentali per una corretta assimilazione dei nutrienti  e per il pieno funzionamento del sistema immunitario.

Risulta di vitale importanza quindi la riduzione dei prodotti anticrittogamici, perchè altrimenti questa comunicazione fra suolo e pianta si blocca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...