​IL TRATTAMENTO MICRONATURALE DELLA BOLLA DEL PESCO

Il fungo danneggia soprattutto le foglie sulle quali si manifestano bollosita’ localizzate vicino alla nervatura centrale.
In seguito le bollosita’ confluiscono aumentando di volume e assumono una colorazione rossastra.
I danni sui fiori si manifestano con deformazioni e il successivo aborto. La bolla può causare una defogliazione completa in primavera.
L’infezione inizia quando le temperature raggiungono i 7-8°C e la pianta rimane bagnata per qualche ora.
Le infezioni possono continuare fino a quando le temperature non superano i 27-28°C
Ricetta per il controllo della bolla del pesco
In 5 litri di acqua calda
– 200g di equiseto

– 100g di foglie di aloe

– 100g di foglie di liquirizia

– 100g borsa del pastore

– 2 pompelmi tagliati a metà
Triturare il tutto
Porre in acqua calda per 3 giorni a 30°C
Per 1 litro di prodotto
– 300 ml del mix

– 50ml Em o Gea difesa

– 100g chabasite micronizzata
Trattare prima che le gemme inizino a muoversi e poi una volta a settimana.
**********************************************

Potete seguire anche il mio blog: domenicoprisa.com

scrivermi a domenicoprisa@gmail.com

pagina facebook: @dott.domenicoprisa

gruppi: microrganismi em:protocolli e applicazioni

Apicoltura Micronaturale: protocollo domenico prisa

o il canale youtube Agricoltura Micronaturale

******************************

#bolla #pesco #micronaturale #innovazione #senzachimica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...