Micronaturale: Le attinorrize

Un esempio di azoto-fissazione simbiotica è quello che si realizza tra l’attinomicete Frankia e otto famiglie di piante ospiti non leguminose.

Queste associazioni batteriche con le radici delle piante sono dette attinorrize o simbiosi attinorriziche. Frankia fissa l’azoto e riveste grande importanza soprattutto nelle piante arboree e arbustive. Queste associazioni si trovano, per esempio, nelle regioni dove le foreste di abeti Douglas sono state rase al suolo, e nelle zone paludose e negli ambienti di brughiera, dove prevalgono miriche e ontani. I noduli di alcune piante (Alnus, Ceanothus) hanno le dimensioni di una palla da baseball, mentre i noduli di Casuarina (pino australiano) sono grandi quasi quanto un pallone da calcio.

I membri del genere Frankia hanno una crescita lenta e fino al 1978 era impossibile coltivarli separatamente dalla pianta. Da allora questo attinomicete è stato fatto crescere su terreni specifici, addizionati con intermedi metabolici, come il piruvato.

Analogamente alle associazioni pianta-microrganismo, le associazioni attinorriziche comportano un dispendio energetico per le piante che, però, se ne avvantaggiano e risultano maggiormente competitive in natura.

#micronaturale #simbiosi #attinorrize #piante #Frankia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...