Influenza dei fattori ambientali sulla flora apistica e sulla produzione di nettare

Lo studio della flora apistica ha grande importanza per il rendimento che ci si promette dell’apiario.
Il clima, il vento, la latitudine, l’altitudine, la temperatura, l’esposizione, il regime pluviometrico, la natura del suolo, il genere di concimi possono far variare il valore mellifero di una pianta.

Influenza del sole: la presenza favorisce la formazione delle essenze e del nettare; la stessa pianta molto visitata finché è al sole potrebbe non dare affatto nettare se posta in ombra.

Influenza dei concimi: studi effettuati su erba medica avrebbero dimostrato che somministrando una buona concimazione potassica, si darebbe luogo ad una più abbondante secrezione nettarifera, si da richiamare sui fiori, un numero doppio di api bottinatrici rispetto alle parcelle di controllo.

Influenza del tempo: una stagione dolce e leggermente umida favorisce la secrezione del nettare; mentre tempo fresco e secco è sfavorevole ad essa. Dopo una forte pioggia si avrà poco o nulla di nettare, salvo nei fiori inclinati come la borragine.

Influenza dell’ora: produzione di nettare abbondantissima di buon mattino, e va diminuendo nelle ore più calde fino alle 15, per riprendere ad aumentare poi fino a sera.

Influenza della latitudine: per una stessa pianta la secrezione del nettare cresce all’aumentare della latitudine.

Influenza dell’altitudine: la produzione del nettare diventa più attiva all’aumentare dell’altitudine

Influenza dell’età del fiore: la produzione del nettare insignificante al principio della fioritura, aumenta di intensità fino alla completa apertura del fiore

Influenza dell’umidità: la secrezione nettarifera aumenta in ragione dell’umidità del suolo e più ancora dell’umidità dell’aria e così durante un prolungato periodo di siccità, la secrezione è nulla od almeno insignificante.

Influenza stato atmosferico: in dipendenza dell’evaporazione, la quantità del nettare risente dello stato igrometrico dell’aria: più vapore d’acqua vi sarà nell’aria e più scarsa sarà l’evaporazione, nell’aria secca il nettare sarà meno abbondante

Influenza della composizione del suolo: i terreni argillosi-calcarei sono i più favorevoli alla produzione del nettare

#micronaturale #ambiente #fattoriesterni #nettare #produzione #api

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...