Libro: Le zeolititi in floricoltura

di Elio Passaglia & Domenico Prisa

Abstract

In campo orto-floro-vivaistico, il substrato più utilizzato è rappresentato dalla torba normalmente corretta con subordinate quantità di altri componenti organici (compost) e/o inorganici (pomice, perlite, vermiculite, zeolititi) allo scopo di migliorarne le caratteristiche chimico-fisiche e microbiologiche. Le torbiere fornitrici della materia prima per la produzione dei terricci e dei substrati sono concentrate nell’emisfero boreale soprattutto nell’area euroasiatica (Sassonia, Baviera, Finlandia, Irlanda, Lettonia, Repubbliche Baltiche) e nel Nord America (Canada). Il lor progressivo esaurimento ha comportato l’ingresso nel mercato di torbe estratte da nuovi siti, prevalentemente ubicati nei Paesi Baltici, di qualità inferiore e a costi commerciali più elevati. E’, quindi, diventato necessario limitare l’estrazione della torba e trovare materiali alternativi di basso costo che consentano di ridurne l’utilizzo come substrato e al contempo di migliorare le proprietà chimico-fisiche e biologiche del substrato stesso.

Keywords: floricoltura, ornamentali, torbiere, ammendanti inorganici, zeolititi, substrati, fuori suolo, miglioramento qualità

#floricoltura #zeolititi #ornamentali #ammendanti

Disponibile su: http://www.lulu.com/shop/elio-passaglia-and-domenico-prisa/le-zeolititi-in-floricoltura/ebook/product-24129848.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...