La coltivazione delle piante nei terrari

Sono la forma più affascinante di coltivazione di piante da interno.

Un terrario è per sua natura un sistema chiuso, dove l’aria e l’acqua sono riciclate. Il contenitore dovrebbe essere in vetro, preferibilmente chiaro, così le piante abbiano abbastanza luce per la fotosintesi.

Si possono utilizzare bottiglie e barattoli da conserva come i bormioli.

I terrari appaiono al meglio quando i diversi livelli di substrato sono visibili con facilità attraverso il contenitore. Sul fondo stendere uno strato di ghiaia, poi uno strato di carbone attivo e infine del terriccio da invaso.

Utilizzare delle piantine molto piccole tipo succulente, fare un foro nel terriccio, successivamente porvi le radici e stabilizzare con il terriccio.

Per la bagnatura usare un nebulizzatore finché il terriccio non sarà intriso d’acqua. Aspettare che si asciughi prima di bagnare nuovamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...