Uso medicinale di Tussilago farfara

Si può trovare su terreni nudi, nelle cave di ghiaia. Api e altri insetti la cercano per il loro nutrimento. I suoi fiori sono i primi da cogliere prima dell’inverno. Ha proprietà anticatarrali, espettoranti, antinfiammatorie, utilizzabile quindi nella bronchite, faringite, laringite, asma bronchiale e pleurite.
È utilizzabile inoltre per i piedi gonfi, nell’infiammazione delle vene e nei disturbi bronchiali dei fumatori.

Come utilizzarla?

  • tisana: un cucchiaio di fiori in mezzo litro di acqua bollente da far riposare
  • inalazione: scottare un cucchiaio di fiori e foglie e inalarne i vapori, per diverse volte al giorno
  • pediluvio: due manciate di foglie in acqua bollente, far riposare. Pediluvio per 20 minuti

farfara #tussilago #usi #medicinale #piante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...