Micronaturale: tecniche innovative per la coltivazione del basilico

È una specie orticola di antichissime tradizioni diffusa in Italia e all’estero, apprezzata per le sue caratteristiche aromatiche sia in cucina che nell’industria Delle essenze e molto spesso anche come pianta ornamentale, a duplice attitudine, sui balconi e nei giardini.

L’essenza si estrae dalle piante raccolte all’inizio della fioritura, essiccate e conservate in un luogo asciutto all’ombra.
I componenti principali del suo olio sono il metilcalvicolo, il cineolo, il linalolo e la canfora di basilico, oltre a tracce di glucosidi e sostanze tanniche

Sperimentazione

Convenzionale vs Micronaturale

In Micronaturale il protocollo ha previsto utilizzo di zeolitite a chabasite 0-3 mm, 10% in volume di substrato e trattamento settimanale con i Symbac (3% in acqua), più chabasite micronizzata (1%), spruzzati su foglie e terriccio.
Non sono stati utilizzati prodotti di sintesi, la concimazione è stata fatta con alga spirulina, estratto di ortica e estratto di humus di lombrico (settimanalmente 1% di ognuno in acqua)

Convenzionale trattamenti e concimazione commerciali

Risultati

Incremento dello sviluppo Delle foglie, della biomassa vegetativa, riduzione significativa della mortalità Delle piantine.

#micronaturale #domenicoprisa #basilico #produzione #nochimica #symbac

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...