Micronaturale: Fissazione dell’azoto atmosferico da parte dei simbionti delle leguminose

Alla nutrizione azotata delle leguminose contribuisce un gruppo di microrganismi capaci di vivere in simbiosi sulle radici delle leguminose stesse; su queste determinano la formazione di tubercoli di varia forma e mole; i tubercoli sono riassorbiti durante la fioritura della pianta, che ne utilizza in tal modo il contenuto in sostanze azotate.

Alla formazione allo sviluppo di tubercoli radicali e al compiersi della loro attività fisiologica utile, sono necessari la reazione propizia del terreno (la reazione acida ostacola la formazione e lo sviluppo dei tubercoli), la buona aerazione, la presenza di calcio, in condizioni favorevoli, la quantità di azoto fissata da una coltura di leguminose può salire a 200-300 kg per anno a ettaro.

Per alcune colture come la Sulla l’assenza del batterio simbionte specifico può determinare l’arresto di sviluppo di vegetazione sino dalle prime fasi vegetative, tanto da compromettere l’esito della coltura.

#micronaturale #rhizobium #tubercoli #azoto #fissazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...