HIPVs: composti vegetali volatili indotti dagli erbivori

Gli HIPVs giocano un ruolo molto importante nelle Interazioni tra pianta e fitofago.

In alcuni casi agiscono come mezzo di difesa diretto, avendo un’azione repellente nei confronti dell’insetto.

Oppure possono funzionare come difesa indiretta attraendo i nemici naturali dell’insetto fitofago tramite una sorta di sos chimico.
Tali sostanze che richiamano i nemici naturali sono detti allelochimici, utili sia all’organismo che li emette (pianta), sia a quello che li capta (predatori).
Una ricerca del 1990 ha dimostrato che i sinomoni (questi volatili salvavita) vengono prodotti solo in presenza di danni tissutali da insetti e non da stress abiotici. È stato provato infatti che l’emissione dei volatili è legata al danno fisico dei tessuti Vegetali in combinazione con la saliva del fitofago.
Un altro aspetto interessante è che le piante attaccate sono in grado di indurre la produzione di sinomoni anche in quelle limitrofe per via aerea tramite composti volatili.
Le risposte indotte sulla pianta da organismi fitofagi sono ricondotte a due percorsi principali: ciclo acido salicilico e acido jasmonico.
Il primo viene attivato da insetti con apparato boccale pungente succhiante come afidi, cocciniglie aleirodidi.
Il secondo da insetti masticatori come lepidotteri, coleotteri e ditteri.
Capite bene che intervenire con prodotti di tipo sintetico va a nuocere nei confronti di questo tipo di comunicazione, con effetti deleteri a lungo termine
**********************************************

Potete seguire anche il mio blog: domenicoprisa.com

scrivermi a domenicoprisa@gmail.com

pagina facebook: @dott.domenicoprisa

gruppi: microrganismi em:protocolli e applicazioni

Apicoltura Micronaturale: protocollo domenico prisa

o il canale youtube Agricoltura Micronaturale

******************************

#micronaturale #difesa #sinomoni #naturale

Annunci