AGRICOLTURA MICRONATURALE: TECNICHE INNOVATIVE PER LA DIFESA DA CIMICE E CIMICE ASIATICA.

Possibile utilizzo di microrganismi che influenzano il meccanismo di riproduzione della cimice, della zeolitite che al momento della nascita può creare dei danni all’esoscheletro delle nuove cimici nate e di estratti vegetali di varia natura che possono interferire nel meccanismo di respirazione.

Oltre a Chromobacterium e Burkholderia attualmente sto valutando anche il batterio Wolbachia che come è risaputo puo’ interferire nel meccanismo di riproduzione (partenogenesi già valutata nelle vespe).

Come sapete sono contro i trattamenti chimici, in quanto la cimice potrebbe sviluppare resistenza (a livello genetico, modificando il proprio esoscheletro, dimensioni, oppure nel suo comportamento).

La tecnica ideale potrebbe essere creare delle zone “bersaglio”dove attirare (anche tramite feromoni o piante “preferite”) e catturare la cimice con dei pannelli adesivi o delle reti apposite.

Oppure veicolare verso queste zone “bersaglio” l’insetto tramite dei film protettivi che creano fastidio, soprattutto alle giovani nate e poi catturarle. O interferire nel meccanismo di riproduzione con i batteri: dalle sperimentazioni effettuate ci sono alcuni ceppi molto interessanti da questo punto di vista

#cimice #controllo #cattura #innovazione #sperimentazione #asiatica #senzachimica #domenicoprisa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...