La coltivazione di Ariocarpus

Sono piante originarie di Texas e Messico. Di piccola altezza, con tubercoli duri, presentano fiori centrali di colore bianco, porpora, rosa e radici a fittone.

Si coltivano in terreni calcarei, pietrosi e argillosi.
Substrato consigliato:

  • 20% zeolitite
  • 10% terriccio universale
  • 30% ghiaia (2-4 mm)
  • 40% pomice
    Aggiungere se possibile dei gusci d’uovo tritati

Necessitano di molte ore di luce, temperatura minima 6°C. Bagnature ogni 15 giorni in primavera e ogni 7 giorni d’estate; a secco d’inverno.

Presentano crescita lenta e fioriscono con difficoltà, si moltiplicano per seme o talea in sabbia. Consiglio applicazione di rizobatteri in particolare Effective microorganisms, una volta ogni 40 giorni diluizione 1%. Associare un prodotto a base di alghe biostimolanti (A. nodosum al 3%).

Principali specie: A. agavoides, A. fissuratus, A. trigonus

#cactus #coltivazione #sostenibilita #rizosfera #rizobatteri #alghe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...