Xeriscaping: gli orti e le piante dove non pensi

Per molti giardinieri e coltivatori, l’assenza di acqua per l’irrigazione è diventato un grosso problema. Le restrizioni per quanto riguarda l’irrigazione e la presa di coscienza della sua importanza pongono la creazione di giardini, di orti sotto nuovi punti di vista. E’ possibile realizzare aree verdi riducendo l’uso dell’acqua e della manutenzione utilizzando piante idonee … Continua a leggere Xeriscaping: gli orti e le piante dove non pensi

CONOSCI I CACTUS?? OGGI PARLIAMO DI ECHINOCEREUS SUBINERMIS

Originaria del Messico settentrionale nello Stato di Chihuahua. Specie descritta nel 1856 da Salm-Dyck nel 1856, introdotta in Europa fin dal 1845. È la meno munita di spine di tutto il genere con fusto prima globulare che diviene in seguito cilindrico, alto fino a 12 cm con diametro di 9 cm. Il suo colore cambia … Continua a leggere CONOSCI I CACTUS?? OGGI PARLIAMO DI ECHINOCEREUS SUBINERMIS

CONOSCI I CACTUS?? OGGI PARLIAMO DI ECHINOCEREUS PECTINATUS

Originaria del Messico dello Stato di Chihuahua fino allo Stato di Guanajato. Questa specie venne raccolta per la prima volta da Henri Galeotti direttore dell'orto botanico di Bruxelles che la inviò in Belgio. Il fusto ramifica dalla base, è ovata-cilindrico, alto 15-20 cm, con circa 20 costolature piuttosto larghe alla base. Le spine radiali sono … Continua a leggere CONOSCI I CACTUS?? OGGI PARLIAMO DI ECHINOCEREUS PECTINATUS

Scientific paper: Biological mixture of brown algae extracts influences the microbial community of Lobivia arachnacantha, Lobivia aurea, Lobivia jojoiana and Lobivia grandiflora in pot cultivation

Author: Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article GSC Advanced Research and Reviews, 2021, 08(03), 043–053. Article DOI: 10.30574/gscarr.2021.8.3.0190 DOI url:https://doi.org/10.30574/gscarr.2021.8.3.0190 Publication history: Received on 03 August 2021; revised on 06 September 2021; accepted on 08 September 2021  Abstract:  Research goal: Based on … Continua a leggere Scientific paper: Biological mixture of brown algae extracts influences the microbial community of Lobivia arachnacantha, Lobivia aurea, Lobivia jojoiana and Lobivia grandiflora in pot cultivation

LE CARATTERISTICHE FISICHE DEI CACTUS

Le diverse condizioni climatiche che le succulente devono affrontare hanno determinato svariati adattamenti specifici. I fiori La fioritura ha lo scopo di perpetuare le specie, ma nelle piante grasse indica la raggiunta maturità ed avviene in età differenti a seconda della specie. Alcune fioriscono pochi mesi dopo la semina, ma vivono poco, mentre altre attendono … Continua a leggere LE CARATTERISTICHE FISICHE DEI CACTUS

Coryphantha clavata

Originaria del Messico centrale, nello Stato di Hidalgo e zone adiacenti negli stati di Queretaroe Mexico.Il nome di questa specie è cambiato molte volte e comunque la sua collocazione in un genere o nell'altro è molto incerta: descritta come Mammillaria nel 1838 fu poi inclusa da Britton e Rose in Neolloyidia e trasportata in Coryphantha … Continua a leggere Coryphantha clavata

Islaya minor

Il nome proviene dalla città di Islaya in Perù. Fusto solitario, globulare, alto circa 13 cm con 7 cm di diametro, depresso all'apice. Le costolature sono circa 17, con areole appressate, fittamente ricoperte da un feltro grigio biancastro. Le spine radiali sono 20, sottili e pungenti, lunghe circa 6 mm; la parte apicale del fusto … Continua a leggere Islaya minor

Uebelmannia meninensis

Originaria del Brasile (Stato di Minas Gerais), cresce nelle fessure delle rocce, in altitudine. Vive in luoghi dove l'umidità atmosferica è altissima, con terreni drenati. Genere poco coltivato, istituito nel 1973 da Albert Buining per alcune specie scoperte a Pedra Menina, su rocce di quarzo. Fusto globoso da giovane si allunga e diviene quasi cilindrico, … Continua a leggere Uebelmannia meninensis

Zygocactus truncatus

Conosciuta fin dall'inizio dell'800, questa pianta fu dapprima denominata da Haworth come Epiphyllum truncatum. Nel 1890 Schumann creò il genere Zygocactus da zygos giogo e cactus, per le punte con cui ogni articolo abbraccia il seguente. Originaria del Brasile nelle montagne di Rio de Janeiro viene spesso ibridata con generi affini. Lunga fino a 30 … Continua a leggere Zygocactus truncatus

Dolichothele longimamma

Originaria del Messico centrale, nello stato di Hidalgo. Nome derivato da quello che De Candolle aveva dato nel 1828 a una mammillaria a lunghi tubercoli che fu poi trasferita nel nuovo genere e mantenne il suo attributo. Sono presenti due distinti tipi: a fiori grandi e a fiori piccoli. Fusto dapprima basso e globulare diviene … Continua a leggere Dolichothele longimamma

Copiapoa chanaralensis

Genere creato da Britton e Rose dando il nome della città di Copiapo', capoluogo della provincia di Atacama in Cile. La specie trovata molto di recente presenta fusto grosso e sferico, color verde oliva, numerose costolature, circa 18. Apice nelle giovani piante fornito di densa lana bianca. Le spine brune con punta più scura, divengono … Continua a leggere Copiapoa chanaralensis

Echinopsis longispina

Originario dell'Argentina settentrionale, al confine con Bolivia tra La Quiaca e Tilcara. Pianta trovata nel 1917 presso La Quiaca, tra i crepacci delle rocce a 3450 m. Fusto inizialmente sferico, diviene poi cilindrico fino a un'altezza di 25 cm e 10 di diametro, verde glauco, con 25-50 costolature incise fra i tubercoli che le formano … Continua a leggere Echinopsis longispina

Echinocereus delaetii

Originario del Messico settentrionale, Stato di Coahuilia. Questa specie descritta nel 1909, deve il suo nome a Franz de Laet, commerciante di cactus belga che importo' parecchie nuove specie. Fusto eretto di 10-30 cm, emette numerosi polloni e ramificazioni basali. Costole in numero di 20, ogni areola presenta 36 spine giallastre e 4-5 spine centrali … Continua a leggere Echinocereus delaetii

Borzicactus Humboldtii

Denominato da Vincenzo Riccobono nel 1909 per ricordare Antonio Borzi, fondatore degli Orti botanici di Messina e Palermo. Originario dell'Ecuador fino al Perù. Pianta semiprostrata dal fusto lungo circa 70 cm e 3-5 cm di diametro, di color verde scuro. Presenta 12 costolature più o meno tubercolate, spine radiali sottili e numerose, quelle centrali sono … Continua a leggere Borzicactus Humboldtii

Uso di alghe biostimolanti nella coltivazione di Lobivia sp.

Sperimentazione con alghe brune per il miglioramento della crescita e dello sviluppo radicale in cactus di Lobivia. Effetti riscontrati: Incremento dello sviluppo delle piante e radicale Incremento del numero di polloni Incremento del numero di fiori e della durata fiorale #cactus #lobivia #alghe #biostimolazione

Borzicactus humboldtii

Genere denominato da Vincenzo Riccobono nel 1909 per ricordare Antonino Borzi fondatore degli orti botanici di Messina e Palermo. Originario dell'Ecuador e del Perù meridionale. Pianta semiprostrata e ascendente, dal fusto lungo circa 70 cm e 3-5 cm di diametro, di colore verde scuro. Presenta 10-12 costolature, tubercolate, ricoperte di lanugine gialla. Spine radiali sottili … Continua a leggere Borzicactus humboldtii

Cactus ornamentali: Castellanosia caineana Il suo nome è stato dato dal botanico boliviano Martin Cardenas in onore dell'argentino Alberto Castellanos, specialista di cactus del Sudamerica. Originario della Bolivia orientale, il genere comprende una sola specie, un grande arbusto ramificato alto fino a 6. Il fusto principale ha 9 costolature larghe fino a 3,5 cm, con … Continua a leggere

IUCN Species Survival Commission (SSC)

E' con profondo piacere e onore che da ieri sera sono diventato ufficialmente membro Internazionale dello IUCN Species Survival Commission (SSC) per la protezione di Cactus e Succulente. Cercherò di svolgere al meglio questo importante ruolo in particolare occupandomi: della salvaguardia di cactus e succulente in via d'estinzione;di mettere a conoscenza il pubblico dell'importanza di … Continua a leggere IUCN Species Survival Commission (SSC)

Cactus ornamentali: Wilcoxia viperina

Genere creato nel 1909 da Britton e Rose che gli dettero il nome di Timothy Wilcox dell'esercito degli Stati Uniti, collezionista e appassionato di piante. Originario del Messico centro meridionale, presenta radici grosse che formano dei tuberi costituenti una riserva sotterranea. Le ramificazioni possono raggiungere i 2 m, e quelle più basse sono legnose, di … Continua a leggere Cactus ornamentali: Wilcoxia viperina

Cactus ornamentali: Echinocereus pentalophus

Originario del Texas meridionale e Messico nordoccidentale. Piante dal fusto verde pallido, lungo circa 12 cm, largo 2 cm, che emette molti articoli dalla base, tutti più o meno prostrati e decombenti, intrecciati. Le costolature sono 5, con areole ravvicinate e biancastre. Spine radiali 3-6, molto corte, bianche con punta bruna, mentre le spine centrali … Continua a leggere Cactus ornamentali: Echinocereus pentalophus

Cactus dai frutti edibili: Pereskia aculeata

Nome dato da Linneo per ricordare il naturalista de Peiresc. Originaria dell'America tropicale, Indie occidentali fino al l'Argentina settentrionale. Considerata la forma ancestrale di tutti i cactus, l'unico che conservi una forte somiglianza con i normali arbusti da fogliame. Pianta arbustiva e sarmentosa con rami sottili, che giunge fino a 10 m di altezza. Foglie … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili: Pereskia aculeata

Cactus dai frutti edibili: Mammillaria prolifera

Originaria delle Indie occidentali, Cuba e Haiti. Battezzata cactus proliferus da Miller nel 1768, fu inclusa da Hawort nel 1812 fra le specie che formarono il nucleo del suo nuovo genere. Piccola pianta sferica, obluga, alta 6 cm con diametro di 4 cm, che accestisce espandendosi in colonie larghe 60 cm. Tubercoli morbidi, lunghi poco … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili: Mammillaria prolifera

Mammillaria pseudoperbella

Specie descritta da Leopold Quehl nel 1909, presente in Messico nello Stato di Queretaro, passando per il Messico centrale, fino a Oaxaca sul Pacifico. Fusto solitario, a volte ramificato con pochi polloni, prima sferico, poi cilindrico, depresso all'apice dove appare del tutto bianco. Può raggiungere i 15 cm di diametro e con l'età suberifica alla … Continua a leggere Mammillaria pseudoperbella

La coltivazione di Lobivia boliviensis

Originaria dell'altopiano della Bolivia, presso Oruro. Presenta fusto globulare di 10 cm di diametro che col tempo accestisce emettendo polloni basali. Piante che presentano circa 20 costolature dal margine ondulato a causa delle depressioni fra i tubercoli bassi e allungati, sui quali le areole compaiono distanziate di 1 cm. Ogni areola presenta 6-8 spine lunghe … Continua a leggere La coltivazione di Lobivia boliviensis

Copiapoa krainziana, cactus a frutti giallo rossi

Cactus originario del Cile settentrionale, della provincia di Antofagasta, sulle montagne costiere sopra Taltal.Descritta nel 1963 da Ritter, sono specie rare. Il fusto è grigio verde, di circa 12 cm di diametro, che accestisce formando cespi di un metro e più di larghezza. Le costolature sono 13-14 rilevate per 1,5 cm, leggermente create, con areole … Continua a leggere Copiapoa krainziana, cactus a frutti giallo rossi

La coltivazione di Arrojadoa aureispina

Nome dato per onorare il dottor Miguel Arrojado che compì vaste esplorazioni nelle zone aride e semiaride del Brasile. Specie scoperta nel 1966 da Horst e Buining, appartiene a un genere di cactus cereiformi ma sottili, spesso striscianti. Il fusto può raggiungere 1 m di lunghezza con circa 5 m di diametro e accestisce dalla … Continua a leggere La coltivazione di Arrojadoa aureispina

La coltivazione di Coryphantha erecta

Piante originarie del Messico nello Stato di Hidalgo. Erano prima considerate nel sottogenere mammillaria da cui però differiscono per i fiori che nascono all'apice del fusto e per il leggero solco della parte superiore dei tubercoli, dall'areola alla base. Hanno fusto cilindrico, verde giallastro, arrotondato all'apice, ed emette numerosi polloni che formano grandi gruppi. Individualmente … Continua a leggere La coltivazione di Coryphantha erecta

La coltivazione di Ariocarpus trigonus

Pianta del Messico nordoccidentale, nello Stato di Nuevo Leon. Il nucleo centrale è nascosto dai tubercoli acutamente triangolari, con la parte interna appiattita e quella esterna carenata. Essi sono grigio verdi o verde oliva, eretti, numerosi, lunghi da 3,5 a 5 cm, con una base larga circa 2 cm e margini angolari callosi; vicino all'angolo … Continua a leggere La coltivazione di Ariocarpus trigonus