​L’UTILIZZO DELL’EQUISETO IN AGRICOLTURA. UN ANTIFUNGINO NATURALE

Per poter preparare il decotto o il macerato si prende la pianta intera di Equisetum arvense detto anche pianta cavallina.

Si prendono le piante che spontaneamente crescono sui terreni incolti, le scarpate o ambienti ruderali.
Per 5L di acqua prodotto 1 kg di equiseto fresco o 200 g di equiseto essiccato. lLe piante immerse in acqua vanno mescolate 1-2 al giorno. Inserire le piante in un sacco di TNT o juta come filtro.

Dopo una settimana si utilizza il filtrato in diluizione 1:10 irrorandolo sulle piante come rinforzante e fertilizzante.
Ha un’azione importante contro le malattie fungine e può essere usato ogni 10gg (Botrite, Oidio, Peronospora).

Ha anche azione fertilizzante.
**********************************************

Potete seguire anche il mio blog: domenicoprisa.com

scrivermi a domenicoprisa@gmail.com

pagina facebook: @dott.domenicoprisa

gruppi: microrganismi em:protocolli e applicazioni

Apicoltura Micronaturale: protocollo domenico prisa

o il canale youtube Agricoltura Micronaturale

******************************

#equiseto #micronaturale #funghi #difesa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...