LA COLTIVAZIONE MICRONATURALE DEL PORRO

Viene considerata una specie orticola di secondaria importanza, anche se il crescente interesse dell’industria conserviera e delle minestre, sta facendo aumentare le superfici interessate da questa ortiva. Le regioni più importanti per questa Liliacea sono: gli Abruzzi, il Veneto, la Liguria, le Marche e la Puglia.

E’ una pianta biennale che occupa il terreno per un periodo di 6-9 mesi.
Durante il primo anno il caule è ridotto ad un disco da cui si dipartono, inferiormente numerose radici in maggioranza sottili, e nella parte superiore foglie lineari, opposte,
Acuminate, inguainanti, che costituiscono la parte edule. Nel secondo anno il fusto si
Allunga, si ingrossa e termina con una infiorescenza.

L’acqua rappresenta il fattore colturale più interessante per questa specie, i terreni migliori sono quelli freschi, sciolti, fertili e dotati di sostanza organica.

#porro #micronaturale #senzachimica #innovazione #domenicoprisa#produzione #ortive

https://youtu.be/p9qxbFcuDYM

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...