Bulbose primaverili: Convallaria

Il mughetto è un piccolo fiore a campanellino, candido e profumato, che a metà primavera sboccia in racemo radi tra le belle foglie lanceolate, rischiarando il sottobosco. Epoca di piantagione: settembre-ottobreFioritura: aprile-maggioProfondità e distanza impianto: rizomi appoggiati sul terreno ricoperti con un sottile strato di terra, 10 cm di distanzaClima: ambiente fresco e ombroso #convallaria … Continua a leggere Bulbose primaverili: Convallaria

I fiori e i frutti dei cactus

Sono in genere solitari e nel perianzio non vi è una netta distinzione fra calice e corolla, bensì una graduale transizione tra foglie sepaloidi e petaloidi, disposte a spirale e spesso fuse alla base o unite per formare un tubo di varia forma o lunghezza. I fiori sono quasi sempre regolari e il perianzio è … Continua a leggere I fiori e i frutti dei cactus

Research: Improving Quality and Production of Horticultural Crops Through the Use of A Biostimulant Based on Inula Viscosa and Control of Seedling Pathogens

Abstract In this research work the possibility of using a biostimulant based on Inula viscosa L. (Dittrichia viscosa L.) toimprove the growth and quality of Licopersicon esculentum L., Daucus carota, Pak choi, Perilla frutescens Petroselinum crispum plants. was evaluated. Additionally, in the experiment the presence of plant mortality following attacks of Pithyum spp.and Fusarium sp. … Continua a leggere Research: Improving Quality and Production of Horticultural Crops Through the Use of A Biostimulant Based on Inula Viscosa and Control of Seedling Pathogens

La coltivazione di Clivia miniata

Pianta perennante rizomatosa, vigorosa e cespitosa. Fiore a campana o imbuto, con infiorescenze fino a 20, su steli robusti ad inizio primavera. Fiori arancioni, gialli o rossi, con basi del petalo gialle e antere dorate. Originaria delle foreste del Sudafrica, eccellente pianta d'appartamento o da serra fredda, ideale per bordi ombreggiati nei climi caldi. Substrato … Continua a leggere La coltivazione di Clivia miniata

Bulbose a fioritura primaverile: chionodoxa

Piccolo genere originario del Medio Oriente, con fioriture azzurro vivo. Bulbose molto rustiche adatte a formare tappeti alla base degli alberi. Piantagione: settembre-ottobreFioritura: metà febbraio fine marzoProfondità: 7 cm profondità, 7 cm di distanza tra un bulbo e l'altroClima:tuttiTerreno: drenato #chionodoxa #bulbi #fiori #ornamentale

Bulbose primaverili: Erythronium

Genere con 25 specie rustiche, distribuite nell'emisfero boreale principalmente in Nord America. Bulbi voluminosi, foglie lanceolate verde lucente oppure glauche e velate di bruno. Fiori di numero variabile su steli alti ed esili, tepali rivolti all'indietro. Piantagione: settembre-ottobreFioritura: marzo-aprileProfondità: 7-8 cm, 10-15 cm tra i bulbiRifugge il pieno sole, lasciare indisturbato per parecchi anni. #erythronium … Continua a leggere Bulbose primaverili: Erythronium

Bulbose a fioritura primaverile: Camassia

Sono poco diffuse, ma rustiche e di grande impatto visivo caratterizzate da spighe di fiori stellati. Originaria del Nord America. Bulbi voluminosi, lucenti che possono rimanere nel terreno per parecchi anni. Epoca di piantagione: settembre-novembreFioritura: metà aprile-fine maggioProfondità di impianto: 10 cm profondità e 20 cm di distanzaClima: sole o mezz'ombraTerreno: umidoCura: dopo la fioritura … Continua a leggere Bulbose a fioritura primaverile: Camassia

Cactus dai frutti edibili: Pereskia aculeata

Nome dato da Linneo per ricordare il naturalista de Peiresc. Originaria dell'America tropicale, Indie occidentali fino al l'Argentina settentrionale. Considerata la forma ancestrale di tutti i cactus, l'unico che conservi una forte somiglianza con i normali arbusti da fogliame. Pianta arbustiva e sarmentosa con rami sottili, che giunge fino a 10 m di altezza. Foglie … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili: Pereskia aculeata

Cactus dai frutti edibili: Mammillaria prolifera

Originaria delle Indie occidentali, Cuba e Haiti. Battezzata cactus proliferus da Miller nel 1768, fu inclusa da Hawort nel 1812 fra le specie che formarono il nucleo del suo nuovo genere. Piccola pianta sferica, obluga, alta 6 cm con diametro di 4 cm, che accestisce espandendosi in colonie larghe 60 cm. Tubercoli morbidi, lunghi poco … Continua a leggere Cactus dai frutti edibili: Mammillaria prolifera

Mammillaria pseudoperbella

Specie descritta da Leopold Quehl nel 1909, presente in Messico nello Stato di Queretaro, passando per il Messico centrale, fino a Oaxaca sul Pacifico. Fusto solitario, a volte ramificato con pochi polloni, prima sferico, poi cilindrico, depresso all'apice dove appare del tutto bianco. Può raggiungere i 15 cm di diametro e con l'età suberifica alla … Continua a leggere Mammillaria pseudoperbella

La coltivazione di Lobivia boliviensis

Originaria dell'altopiano della Bolivia, presso Oruro. Presenta fusto globulare di 10 cm di diametro che col tempo accestisce emettendo polloni basali. Piante che presentano circa 20 costolature dal margine ondulato a causa delle depressioni fra i tubercoli bassi e allungati, sui quali le areole compaiono distanziate di 1 cm. Ogni areola presenta 6-8 spine lunghe … Continua a leggere La coltivazione di Lobivia boliviensis

Antifungal and plant growth promoting activity with Bacillus amyloliquefaciens in Aeonium subs.

Domenico Prisa * CREA Research Centre for Vegetable and Ornamental Crops, Council for Agricultural Research and Economics, Via dei Fiori 8, 51012 Pescia, PT, Italy. Research Article Magna Scientia Advanced Biology and Pharmacy, 2021, 01(02), 042-050Article DOI: 10.30574/msabp.2021.1.2.0008DOI url:https://doi.org/10.30574/msabp.2021.1.2.0008 Publication history: Received on 10 January 2021; revised on 15 February 2021; accepted on 17 February 2021  Abstract: In this work, the … Continua a leggere Antifungal and plant growth promoting activity with Bacillus amyloliquefaciens in Aeonium subs.

La coltivazione di Hechtia Succulente originarie del Centro America, Messico, sud degli Stati Uniti. Il genere si compone di 40 specie assai longeve fornite di rosette senza stelo, foglie fibrose, rigide, verde rossiccio, coi margini spinosi. Infiorescenze sorrette da lunghi peduncoli con fiori dioici, unisessuali, di colore biancastro, verdastro o giallo/grigio. Il frutto contiene molti … Continua a leggere

Copiapoa krainziana, cactus a frutti giallo rossi

Cactus originario del Cile settentrionale, della provincia di Antofagasta, sulle montagne costiere sopra Taltal.Descritta nel 1963 da Ritter, sono specie rare. Il fusto è grigio verde, di circa 12 cm di diametro, che accestisce formando cespi di un metro e più di larghezza. Le costolature sono 13-14 rilevate per 1,5 cm, leggermente create, con areole … Continua a leggere Copiapoa krainziana, cactus a frutti giallo rossi

La coltivazione di Cleistocactus strausii

Il suo nome deriva dal greco Kleistos, chiuso, e cactus, per il perianzio che si apre appena, rimanendo quasi tubolare.Originario della Bolivia, nel dipartimento di Tarija, confinante con l'Argentina settentrionale a più di 1700 m di altitudine.Fusto sottile, eretto, alto fino a 1 m, verde chiaro, che può emettere numerosi polloni basali, ma raramente ramifica … Continua a leggere La coltivazione di Cleistocactus strausii

Utilizzo dei cactus (edibile da frutto, materiale da costruzione, difesa e ornamentale)

Nelle aree decisamente inospitali che costituiscono l'habitat della maggior parte Cactaceae, parecchie di esse vengono usate localmente. Dove mancano completamente gli alberi, e quindi il legno, si fa ricorso ai fusti disseccata di Cereus, per sostituire tavole e tronchi per la costruzione di capanne o ripari; e dove manca l'erba le pale di Opuntia liberate … Continua a leggere Utilizzo dei cactus (edibile da frutto, materiale da costruzione, difesa e ornamentale)

La coltivazione di Hyacinthus

Il giacinto è una delle piante bulbose più popolari e facili da coltivare che si ricorda per il profumo intenso.Il suo bulbo di grandi dimensioni, pesante e subsferico può essere rivestito da tuniche viola, bianche oppure rossicce. Epoca piantagione: settembre-novembreFioritura: marzoDistanza impianto: 15 cm profonditàEsposizione: qualsiasi climaTerreno: arricchito di composto, terriccio di foglie e sostanze … Continua a leggere La coltivazione di Hyacinthus

La coltivazione di Arum – Aracee

Genere di 25 specie rizomatose di cui 3 della flora italiana sono coltivate nei giardini: Arum italicumArum pictumArum maculatum Epoca piantagione: settembre-novembreFioritura: marzo-aprileDistanza impianto: rizomi superficiali 5-8 cm a gruppi di 5-7Clima: ombraTerreno: fertileÈ possibile coltivarla in vasi da 18 ricorrendo alla divisione dei rizomi ad anni alterni #bulbose #arum #ornamentale #primaverile

La coltivazione di bulbose ornamentali primaverili – Anemone – Ranuncolacee

Epoca di piantagione: settembre- ottobre per la fioritura nella prima metà della primavera, marzo-aprile per fioritura estivaEpoca fioritura: primaverile o estivaProfondità e distanza di impianto: interrare i rizomi dopo averli tenuti in acqua tiepida per qualche ora, 5 cm di profondità e 10 cm di distanza fra loroClima: qualsiasiTerreno: fertile e drenatoCure colturali: nessun interventoConsiglio: … Continua a leggere La coltivazione di bulbose ornamentali primaverili – Anemone – Ranuncolacee

Le bulbose ornamentali a fioritura primaverile – Allium – Liliaceae

Piantagione: settembre-novembreFioritura: da marzo a maggioProfondità e distanza impianto: bulbi interrati a 8-10 cm di profondità e a 10 cm di distanza fra loroClima: mezz'ombraTerreno: fresco, ricco di sostanza organicaCure colturali: bulbi lasciati indisturbati per diversi anni, pacciamaturaAltre specie: A. neapolitanum, A. ursinum, A. siculumConsiglio: Uso rizobatteri come Effective microorganisms oppure prodotti a base di … Continua a leggere Le bulbose ornamentali a fioritura primaverile – Allium – Liliaceae

Cactus da frutto: Echinocereus enneacanthus

Originari degli Stati Uniti, del Nuovo Messico, Texas, Messico nello stato di Chihuahua.Pianta che emette dal fusto iniziale un notevole numero di ramificazioni basali, così che si formano grossi cespi di articoli semiprostrati o decombenti, lunghi fino a 20 cm e con un diametro di 5-7 cm, con 7-10 costolature più o meno tubercolate, dalle … Continua a leggere Cactus da frutto: Echinocereus enneacanthus

La coltivazione di Arrojadoa aureispina

Nome dato per onorare il dottor Miguel Arrojado che compì vaste esplorazioni nelle zone aride e semiaride del Brasile. Specie scoperta nel 1966 da Horst e Buining, appartiene a un genere di cactus cereiformi ma sottili, spesso striscianti. Il fusto può raggiungere 1 m di lunghezza con circa 5 m di diametro e accestisce dalla … Continua a leggere La coltivazione di Arrojadoa aureispina

La coltivazione di Coryphantha erecta

Piante originarie del Messico nello Stato di Hidalgo. Erano prima considerate nel sottogenere mammillaria da cui però differiscono per i fiori che nascono all'apice del fusto e per il leggero solco della parte superiore dei tubercoli, dall'areola alla base. Hanno fusto cilindrico, verde giallastro, arrotondato all'apice, ed emette numerosi polloni che formano grandi gruppi. Individualmente … Continua a leggere La coltivazione di Coryphantha erecta

La coltivazione di Ariocarpus trigonus

Pianta del Messico nordoccidentale, nello Stato di Nuevo Leon. Il nucleo centrale è nascosto dai tubercoli acutamente triangolari, con la parte interna appiattita e quella esterna carenata. Essi sono grigio verdi o verde oliva, eretti, numerosi, lunghi da 3,5 a 5 cm, con una base larga circa 2 cm e margini angolari callosi; vicino all'angolo … Continua a leggere La coltivazione di Ariocarpus trigonus

Wander e Pick il giardino dei 300 mila tulipani e narcisi ripartirà il 28 Marzo

Wander and Pick è un progetto di cui faccio parte ormai da diversi anni, in particolare con le mie sperimentazioni per il miglioramento della qualità dei fiori e dei bulbi tramite l'utilizzo degli Effective Microorganisms. Come tutti gli anni dal 28 Marzo a Scandicci (pandemia permettendo), vi invito numerosi a visitare il parco di Scandicci … Continua a leggere Wander e Pick il giardino dei 300 mila tulipani e narcisi ripartirà il 28 Marzo

La coltivazione di Cereus Peruvianus (Cactus dai frutti edibili)

La pianta chiamata Peruvianus non è mai stata trovata in Perù, ma solo sulla costa sudorientale del Brasile e su quella settentrionale dell'Argentina. Fusto colonnare, eretto, alto anche 15 m con 20 cm di diametro, verde scuro, glauco sulle parti giovani, ramificante. Le costole sono 5-9, 4 quando la pianta è giovane, ottuse, con leggeri … Continua a leggere La coltivazione di Cereus Peruvianus (Cactus dai frutti edibili)

La coltivazione di Borzicactus madisoniorum

Venne scoperta da Paul Hutchinson nel Perù settentrionale, nel canion di Rio Marano e la classifico' nel 1963. Fusto inizialmente sferico, per divenire poi più o meno allungato, di colore grigio-verde. Quando è giovane la pianta non presenta costolature, cominciano a rivelarsi con la crescita divenendo 7-12 con rilievi tubercolati dove appaiono le areole. Le … Continua a leggere La coltivazione di Borzicactus madisoniorum

La coltivazione di hoodia

Piante succulente, spinose, coperte di tubercoli, hanno steli alti fino ad un metro, eretti e ramificati. Fiori grandi, nascono vicino agli apici in Estate.Sono originarie del Sudafrica e della Namibia. Vivono nel deserto, ma ricercano l'ombra. Substrato minerale (50% perlite, 20% zeolitite, 10% sabbia, 20% parte organica), esposizione sole, temperatura minima 8°C. Attenzione ai marciumi, … Continua a leggere La coltivazione di hoodia

La coltivazione di Ceropegia

Genere costituito da circa 200 specie di piante decidue, erette o rampicanti fornite di tubero o radici tuberizzate. Foglie opposte con o senza picciolo. Fiori autunnali di forma diversa, a lanterna, singoli a racemi; frutti bilobati deiscenti. Impollinazione compiuta principalmente da insetti che restano intrappolati nel fiore fino a quando appassisce. Originaria del Centro e … Continua a leggere La coltivazione di Ceropegia

La coltivazione di chamaecereus silvestrii

Il nome deriva dal greco chamal, in terra, e da Cereus, per il portamento prostrato della pianta. Il nome della specie fu attribuito da Spegazzini a un Cereus per ricordare un suo amico, il dottor Filippo Silvestri. Originario dell'Argentina settentrionale, è monotipico, comprendendo soltanto questa specie. Le piante sono cereiformi, ma nane e prostrate ed … Continua a leggere La coltivazione di chamaecereus silvestrii