TRATTAMENTO MICRONATURALE DELLA PERONOSPORA NEL POMODORO

Malattia fungina che colpisce le foglie, provocando decolorazioni e imbrunimenti . Favorita da temperature superiori a 10°C e umidità elevata.

Gli attacchi iniziano quando l’apparato fogliare ha raggiunto la massima espansione.
Trattamento Micronaturale per il controllo della peronospora
In 5 litri di acqua
– 250 g di equiseto

– 3 cipolle e 3 spicchi d’aglio

– 200 g di ortica

– 200g di liquirizia

– 2 pompelmi a metà
Tritare il tutto
Porre in acqua calda 30° per 3 giorni e filtrare
Per 1 litro di soluzione
– 250 ml del mix

– 200 ml Symbac (Gea difesa) o Ema

– 150 g di zeolite a chabasite micronizzata
Trattamento per spruzzatura 1 volta a settimana
**********************************************

Potete seguire anche il mio blog: domenicoprisa.com

scrivermi a domenicoprisa@gmail.com

pagina facebook: @dott.domenicoprisa

gruppi: microrganismi em:protocolli e applicazioni

Apicoltura Micronaturale: protocollo domenico prisa

o il canale youtube Agricoltura Micronaturale

******************************

#micronaturale #pomodoro #senzachimica #innovazione #peronospora

Annunci

​LA DIFESA MICRONATURALE DELLA PERONOSPORA

È una malattia crittogamica importante che colpisce diverse specie. Pioggia e umidità elevata sono condizioni favorevoli per lo sviluppo della peronospora.

Sulla faccia inferiore delle foglie compare una polvere bianca. Chiazze bruno-verdastre appaiono sulla superficie superiore delle foglie.

Queste si seccano e marciscono con un clima umido.
La peronospora può distruggere un intero raccolto.
Ricetta per il controllo della peronospora
In un litro di acqua calda
– 200g di ortica triturata

– 200g di consolida triturata

– 100g di equiseto triturato

– 100g di pompelmo triturato
Far riposare per 48 ore a 30°c e filtrare
Per 1l di prodotto:
– 200 ml del composto

– 50 ml di Em o Gea difesa

– 50g di zeolite micronizzata
Spruzzare ogni 10-15 giorni su foglie e suolo
Per protocolli specifici contattatemi direttamente
**********************************************

Potete seguire anche il mio blog: domenicoprisa.com

scrivermi a domenicoprisa@gmail.com

pagina facebook: @dott.domenicoprisa

gruppi: microrganismi em:protocolli e applicazioni

Apicoltura Micronaturale: protocollo domenico prisa

o il canale youtube Agricoltura Micronaturale

******************************

#peronospora #micronaturale #senzachimica #innovazione

​ORTICA: DALLA NATURA UN OTTIMO BIOSTIMOLANTE

Per la preparazione del macerato si possono utilizzare le piante intere senza radici di Urtica dioica e di Urtica urens, raccolte prima dell’inizio della fioritura.

Crescono in luoghi incolti, ma possono anche essere coltivate.
Per 10L di prodotto 2kg di foglie fresche o 200 g di foglie essiccate. Nel recipiente mescolare 1-2 volte al giorno. Dopo 24 ore il prodotto è pronto e si può usare anche come repellente per gli insetti, in particolare gli afidi.
Regola e stimola la crescita delle piante, rinforzandole in particolare contro la peronospora. Si può utilizzare una volta ogni 4gg.
**********************************************

Potete seguire anche il mio blog: domenicoprisa.com

scrivermi a domenicoprisa@gmail.com

pagina facebook: @dott.domenicoprisa

gruppi: microrganismi em:protocolli e applicazioni

Apicoltura Micronaturale: protocollo domenico prisa

o il canale youtube Agricoltura Micronaturale

******************************

#ortica #uso #difesa #peronospora #afidi #micronaturale

VITICOLTURA MICRONATURALE®: COLTIVARE E DIFENDERE LA VITE SENZA CHIMICA DI SINTESI

Nel vigneto il biologico prevede ancora l’utilizzo di rame e zolfo, uno degli obiettivi delle mie ricerche però resta la possibilità di ridurne il quantitativo fino ad eliminarne l’impiego. Nella Viticoltura Micronaturale® l’impiego di corroboranti, biostimolanti, induttori di resistenza e microrganismi riesce a garantire una difesa ottimale delle piante.

Nelle numerose sperimentazioni che ho fatto in Italia e attualmente anche in Paesi stranieri, l’utilizzo di queste tecniche garantisce una difesa senza chimica di sintesi. Ovviamente la tecnica la fa da padrone, quindi il saper adattare ogni volta il protocollo nell’ambiente in cui ci si trova è fondamentale, per poter ottenere ottimi risultati.

 

 

botriteoidioperonospora

dav

dav

dav
dav
dav
dav

dav