​IL CONTROLLO DELLA MONILIA SENZA CHIMICA DI SINTESI

AGRICOLTURA MICRONATURALE: NON SERVONO I PRODOTTI DI SINTESI PER FARE UNA BUONA DIFESA. E' causata da due specie di funghi del genere Monilia e colpisce solitamente gli alberi da frutto in particolare peri, meli, ciliegi e susini. Il gelo, troppa umidità, forti piogge, le beccate degli uccelli insieme alle punture di vespa, sono tutti fattori … Continua a leggere ​IL CONTROLLO DELLA MONILIA SENZA CHIMICA DI SINTESI

​IL CONTROLLO MICRONATURALE DELL’OIDIO

Metodi innovativi senza chimica di sintesi. È una malattia causata da diverse specie di funghi. Umidità alta, forte calore e terreno secco sono fattori di rischio. Compare tra aprile-maggio se la primavera è secca, oppure in estate fino a fine autunno. Presenza di infeltrimenti bianco-grigiastri sulla superficie di foglie e steli con loro deformazione. Ricetta … Continua a leggere ​IL CONTROLLO MICRONATURALE DELL’OIDIO

​TRATTAMENTO MICRONATURALE PER IL CONTROLLO DEI RAGNI.

Dell'ordine Araneae, i ragni sono predatori invertebrati. Sono formati da due parti: il cefalotorace e l'addome, con otto zampe, senza ale e antenne. Si spostano tramite dei fili, e tessono tele e bozzoli per catturare le prede. Si contano oltre 40000 specie. Ricetta per il controllo dei ragni In 5 litri di acqua calda - … Continua a leggere ​TRATTAMENTO MICRONATURALE PER IL CONTROLLO DEI RAGNI.

​LA PSILLA: COME TRATTARLA IN AGRICOLTURA MICRONATURALE

Metodi innovativi senza chimica di sintesi Sono insetti pungitori e succhiatori che attaccano soprattutto gli alberi da frutto, l'alloro, il bosso, il frassino, l'ontano e diverse piante da orto. Producono parecchia melata collosa su cui si deposita la fumaggine che ricopre le foglie. Le gemme arrestano la crescita. Ricetta per il controllo della psilla Su … Continua a leggere ​LA PSILLA: COME TRATTARLA IN AGRICOLTURA MICRONATURALE

​IL PUNTERUOLO: COME TRATTARLO CON AGRICOLTURA MICRONATURALE

I punteruoli insetti di 2 mm di lunghezza sono riconoscibili grazie alla presenza di un lungo rostro. Sono molto lenti e vengono anche chiamati calandre. Perforano le foglie partendo dai bordi e scavano lunghe gallerie. Attaccano anche radici e bacche, ma anche le viti, gli alberi da frutto e alberi come i faggi, i tassi, … Continua a leggere ​IL PUNTERUOLO: COME TRATTARLO CON AGRICOLTURA MICRONATURALE

​LA DIFESA MICRONATURALE DELLA PERONOSPORA

È una malattia crittogamica importante che colpisce diverse specie. Pioggia e umidità elevata sono condizioni favorevoli per lo sviluppo della peronospora. Sulla faccia inferiore delle foglie compare una polvere bianca. Chiazze bruno-verdastre appaiono sulla superficie superiore delle foglie. Queste si seccano e marciscono con un clima umido. La peronospora può distruggere un intero raccolto. Ricetta … Continua a leggere ​LA DIFESA MICRONATURALE DELLA PERONOSPORA

​AGRICOLTURA MICRONATURALE: COME CONTROLLARE LE CICALINE SENZA CHIMICA DI SINTESI.

Sono piccoli insetti saltatori che si nutrono della linfa dei vegetali. Esistono diverse specie come la Metcalfa pruinosa o la Macrosteles fascifrons. Le loro punture producono la comparsa sulle foglie di chiazze pallide, giallo chiaro o biancastre. Le foglie si ricoprono poi di fumaggine. Ricetta per il controllo Delle cicaline In 1 litro di acqua … Continua a leggere ​AGRICOLTURA MICRONATURALE: COME CONTROLLARE LE CICALINE SENZA CHIMICA DI SINTESI.

​IL TRATTAMENTO MICRONATURALE DELLA CARPOCAPSA. COME EVITARE I PRODOTTI DI SINTESI.

La Carpocapsa (Cydia sp.) è un insetto della famiglia delle Tortricidae. I piccoli bruchi rosei, compaiono tra aprile e giugno. Si sviluppano dapprima sulla superficie dei frutti come nocciolo o semi (mele, pere, castagne, prugne, albicocche). Causa danni notevoli in estate, nei periodi caldo umidi. Ricetta n.1 In 1 litro di acqua calda: -  150g … Continua a leggere ​IL TRATTAMENTO MICRONATURALE DELLA CARPOCAPSA. COME EVITARE I PRODOTTI DI SINTESI.

​LA DIFESA DALL ‘ALEURODIDE IN AGRICOLTURA MICRONATURALE

La mosca bianca o aleurodide (Trialeurodes vaporariorum) è un piccolo insetto di circa 2 mm, simile a una tarma. Brulica nelle serre, nelle verande e nelle nostre abitazioni. Succhia la linfa e la sua secrezione di melata può danneggiare la crescita della pianta. Succhiando la indebolisce e può persino farla morire. Sopra le foglie di … Continua a leggere ​LA DIFESA DALL ‘ALEURODIDE IN AGRICOLTURA MICRONATURALE

​LA DIFESA DALL’ ATTACCO DI AFIDI IN AGRICOLTURA MICRONATURALE

Sono piccoli parassiti lunghi da 1 a 4 mm, della famiglia Aphididae. Distruggono le piante in poco tempo, dentro e fuori. Le piante più colpite sono gli alberi da frutto con nocciolo o semi, le rose, nasturzio, conifere, cavoli, cerfoglio e piante da interno. Esistono vari tipi di afide: verde, nero, giallo, lanigero, grigio e … Continua a leggere ​LA DIFESA DALL’ ATTACCO DI AFIDI IN AGRICOLTURA MICRONATURALE

​TRATTAMENTO DI ARMILLARIA MELLEA TRAMITE PRODOTTI A BASE MICROBICA INNOVATIVI

L'utilizzo di prodotti a base microbica e induttori di resistenza naturali può garantire la difesa anche da funghi molto difficili da contrastare. In questo video vi mostro gli effetti del trattamento con Gea suolo e difesa (selezioni di microrganismi che ho individuato nelle radici di particolari specie vegetali), nei confronti del fungo Armillaria che ha … Continua a leggere ​TRATTAMENTO DI ARMILLARIA MELLEA TRAMITE PRODOTTI A BASE MICROBICA INNOVATIVI

​UTILIZZO DI PRODOTTI INNOVATIVI PER LA COLTIVAZIONE E DIFESA DELLA VITE.QUALITÀ CERTIFICATA CON TRATTAMENTI NATURALI

Come sapete da tempo collaboro in prima persona alla formulazione, ricerca e sperimentazione di prodotti innovativi a base microbiologica con all'interno diversi estratti vegetali, che possono avere funzione fertilizzante, biostimolante e di difesa. È questo il caso dei prodotti GEA Suolo e Gea Difesa che sono stati sperimentati con successo nella zona di Firenze. Garantendo … Continua a leggere ​UTILIZZO DI PRODOTTI INNOVATIVI PER LA COLTIVAZIONE E DIFESA DELLA VITE.QUALITÀ CERTIFICATA CON TRATTAMENTI NATURALI

​L’UTILIZZO DELL’EQUISETO IN AGRICOLTURA. UN ANTIFUNGINO NATURALE

Per poter preparare il decotto o il macerato si prende la pianta intera di Equisetum arvense detto anche pianta cavallina. Si prendono le piante che spontaneamente crescono sui terreni incolti, le scarpate o ambienti ruderali. Per 5L di acqua prodotto 1 kg di equiseto fresco o 200 g di equiseto essiccato. lLe piante immerse in … Continua a leggere ​L’UTILIZZO DELL’EQUISETO IN AGRICOLTURA. UN ANTIFUNGINO NATURALE

​ORTICA: DALLA NATURA UN OTTIMO BIOSTIMOLANTE

Per la preparazione del macerato si possono utilizzare le piante intere senza radici di Urtica dioica e di Urtica urens, raccolte prima dell'inizio della fioritura. Crescono in luoghi incolti, ma possono anche essere coltivate. Per 10L di prodotto 2kg di foglie fresche o 200 g di foglie essiccate. Nel recipiente mescolare 1-2 volte al giorno. … Continua a leggere ​ORTICA: DALLA NATURA UN OTTIMO BIOSTIMOLANTE

​AVETE LE INFESTANTI? RECUPERATELE E CI POTETE FARE DEGLI OTTIMI PRODOTTI NATURALI PER CONTROLLARE ALTRE INFESTANTI

Ogni 10L di acqua utilizzare 1kg di infestanti raccolte in campo con radici e rizomi. Le piante intere vanno poste in acqua e vanno lasciate macerare fino a quando radici e rizomi non sono ben decomposti. Agitare una volta al giorno. Per accelerare il processo si può portare l'acqua a 30°C. Distribuire sul terreno dove … Continua a leggere ​AVETE LE INFESTANTI? RECUPERATELE E CI POTETE FARE DEGLI OTTIMI PRODOTTI NATURALI PER CONTROLLARE ALTRE INFESTANTI

​UTILIZZO DI AGLIO E CIPOLLA NELLA DIFESA DELLE PIANTE. (Afidi, cimici e Oidio)

È possibile utilizzare i bulbi di aglio e cipolla oppure gli scarti di fine raccolta. In un litro e mezzo di acqua 50g di aglio e 25g di cipolle, lasciandoli bollire per 20 minuti. Non diluire il preparato che mostra effetti repellenti verso molti insetti, in particolare afidi e cimici. Distribuire sulle piante direttamente a … Continua a leggere ​UTILIZZO DI AGLIO E CIPOLLA NELLA DIFESA DELLE PIANTE. (Afidi, cimici e Oidio)

​LA PROPOLI IL RIMEDIO NATURALE PER LA DIFESA DELLE PIANTE

È il rimedio costituito, dalla raccolta, elaborazione e modificazione, da parte delle api di sostanze resinose prodotte dalle piante. Tra i vari costituenti della propoli troviamo: cere, resine, balsami, oli essenziali, acidi aromatici, polifenoli. Le proporzioni dipendono dalla pianta di provenienza e dal periodo di bottinatura delle api. Si raccoglie dall'arnia raschiandola dai punti dove … Continua a leggere ​LA PROPOLI IL RIMEDIO NATURALE PER LA DIFESA DELLE PIANTE

​LA LECITINA DI SOIA PERCHÉ UTILIZZARLA IN AGRICOLTURA.

La lecitina è un fosfolipide che si trova nelle cellule animali e vegetali. Si utilizza nell'industria alimentare come emulsionante, antiossidante e stabilizzante. Viene estratta prevalentemente dai semi di soia e in quantità minori da altre fonti, come semi di colza e girasole e dal tuorlo d'uovo. La lecitina di soia ha un'azione fungicida naturale. Agisce … Continua a leggere ​LA LECITINA DI SOIA PERCHÉ UTILIZZARLA IN AGRICOLTURA.

​UTILIZZO DI BACILLUS THURINGENSIS IN AGRICOLTURA

È un Batterio caratterizzato dalla presenza di un cristallo proteico contenente una tossina attiva nei confronti di numerose specie di insetti. Ogni ceppo di BT è attivo contro uno specifico gruppo di insetti. - kurstaki contro lepidotteri, tignoletta della vite, tortriciti, Anarsia e Tuta absoluta - aizawai contro lepidotteri, nottuidi e cavolaia - tenebrionis contro … Continua a leggere ​UTILIZZO DI BACILLUS THURINGENSIS IN AGRICOLTURA

​I FILM PROTETTIVI NATURALI: IL CAOLINO

Il caolino è un minerale costituito da silicio e alluminio. Si utilizza in forma di polvere bianca non porosa e non espandibile, che si disperde facilmente in acqua. È inerte in un ampio spettro di pH È utilizzato per indurre repellenza sugli insetti. Viene distribuito sulle piante in soluzione acquosa e forma seccando uno strato … Continua a leggere ​I FILM PROTETTIVI NATURALI: IL CAOLINO

​BEAUVERIA BASSIANA UN FUNGO CHE POCHI CONOSCONO, MA CHE SVOLGE UN’AZIONE IMPORTANTE NEL CONTROLLO DEGLI INSETTI.

È un fungo cosmopolita individuato nel 1834 come causa di una grave malattia del baco da seta. In seguito si scoprì che il fungo può attaccare 700 specie di artropodi e che colpisce anche insetti parassiti delle colture agrarie. Si impiega per la difesa di frutticole, orticole e ornamentali da afidi, aleurodidi e tripidi. È … Continua a leggere ​BEAUVERIA BASSIANA UN FUNGO CHE POCHI CONOSCONO, MA CHE SVOLGE UN’AZIONE IMPORTANTE NEL CONTROLLO DEGLI INSETTI.

​PERCHÉ UTILIZZARE BACILLUS SUBTILIS E CHE VANTAGGI PUÒ DARE?

È un Batterio appartenente alla microflora del terreno, spesso presente nella zona che circonda le radici delle piante. Si impiega contro la botrite su vite e fragola e contro la monilia Delle drupacee. È attivo anche contro altre crittogame, come la ticchiolatura e il colpo di fuoco batterico. Eseguire i trattamenti nelle ore serali per … Continua a leggere ​PERCHÉ UTILIZZARE BACILLUS SUBTILIS E CHE VANTAGGI PUÒ DARE?

​I GRANULOSIS VIRUS: COSA SONO E A COSA SERVONO?

I virus vengono accomunati ai mezzi di difesa microbiologica anche se da un punto di vista sistematico non sono dei microrganismi. I GRANULOSIS VIRUS sono un gruppo di virus che sembra essere associato in maniera esclusiva ai lepidotteri. Si tratta di patogeni endocellulari obbligati: per riprodursi hanno bisogno di una cellula vitale, tanto che i … Continua a leggere ​I GRANULOSIS VIRUS: COSA SONO E A COSA SERVONO?

​TRICHODERMA spp. e i suoi utilizzi

Viene considerato tra i principali componenti della microflora del suolo. Agisce come antagonista di diversi funghi patogeni delle colture, in particolare quelli tellurici, anche perché caratterizzato da accrescimento rapido e veloce colonizzazione del suolo. Trichoderma si utilizza come preventivo di funghi dell'apparato radicale e della muffa grigia. Agisce come antagonista grazie alla sua rapidità con … Continua a leggere ​TRICHODERMA spp. e i suoi utilizzi

MUSICA PER LE PIANTE. METODI INNOVATIVI DI COLTIVAZIONE E DI DIFESA. COSE DA PAZZI? NO DA VERI ESPERTI

Gli effetti della musica sulle piante si differenziano in base alle diverse sfere d'influenza e sugli aspetti tecnici. Si possono determinare: - gli effetti meccanici del suono: risonanza, pressione, vibrazioni; - gli effetti elettromagnetici del suono, condotti anche da risonanze, fenomeni elettromagnetici e vibrazioni energetiche; - effetti dell'aspetto emozionale della musica sulle piante: le piante … Continua a leggere MUSICA PER LE PIANTE. METODI INNOVATIVI DI COLTIVAZIONE E DI DIFESA. COSE DA PAZZI? NO DA VERI ESPERTI

PRODURRE LA CALENDULA IN MODO SOSTENIBILE

  Come coltivare la Calendula in modo innovativo e sostenibile? Ve lo spiego in questo video e vi dimostro che utilizzando tecniche a basso impatto si può produrre di più e di qualità. Le prove evidenziano un aumento del tenore degli oli essenziali, un aumento produttivo e una migliore difesa da malattie fungine e insetti. … Continua a leggere PRODURRE LA CALENDULA IN MODO SOSTENIBILE

Coltivazione e difesa Micronaturale® dell’angelica

ANGELICA: PIANTA AROMATICA COLTIVATA CON TECNICHE SOSTENIBILI Tecniche innovative per la coltivazione di questa pianta medicinale prodotta in Belgio, Germania, Ungheria, Cecoslovacchia, Francia e Unione Sovietica. Le sperimentazioni hanno dimostrato che le tecniche di agricoltura micronaturale può incrementare la percentuale di oli essenziali e la resa produttiva. Inoltre c'e' una riduzione significativa degli attacchi dei … Continua a leggere Coltivazione e difesa Micronaturale® dell’angelica

La coltivazione micronaturale del Kaki

Originario dell’Estremo Oriente (Cina e Giappone), dove viene coltivato da secoli su vasta scala, il kaki venne importato in Europa nel 1766, ma presso le classi agiate non incontrò grande fortuna, se non come albero ornamentale, rappresentando invece un alimento altamente energetico in pianura e in collina per le famiglie contadine, che ne piantavano sempre … Continua a leggere La coltivazione micronaturale del Kaki